Confermato solo lo sciopero di 4 ore del trasporto pubblico per venerdì 6 luglio

Proclamato da Cambia-menti M410 riguarda la sola rete Atac. Nel resto della regione rimane confermato lo sciopero dell'Ugl
Redazione - 5 luglio 2018

Differito a data da destinarsi, lo sciopero Ugl di 24 ore (previsto per venerdì 6 luglio) proclamato per le aziende Atac e RomaTpl.

Venerdì 6 luglio trasporto pubblico comunque a rischio per l’agitazione di 4 ore, dalle 8,30 alle 12,30 proclamata dal sindacato Cambia-menti M410.

Lo sciopero riguarda la sola rete Atac.

Il servizio sarà garantito sino alle ore 8.30 e riprenderà alle ore 12.30

Nelle stazioni metroferroviarie che resteranno, eventualmente, aperte, non sarà garantito il funzionamento delle biglietterie e di ascensori, montascale o scale mobili

I parcheggi di interscambio resteranno aperti e seguiranno gli orari consueti.

L’Unione Generale del Lavoro ha deciso di rimandare la protesta “romana” grazie all’incontro avvenuto con l’assessore capitolino alla Città in Movimento, Linda Meleo, che si è impegnata ad aprire un tavolo di confronto sui temi della sicurezza dei lavoratori.

I precedenti

Lo sciopero precedente indetto da Cambia-menti M410, nel maggio 2016, aveva ottenuto un’adesione del 29.8%  del servizio di superficie e 26.6% per il servizio metroferroviario.

Nella Regione

Confermata anche la protesta di 24 ore nel resto della regione (Cotral e aziende provinciali).

La protesta potrà farsi sentire per l’intera giornata, ad esclusione delle due fasce di garanzia, ovvero da inizio servizio diurno e sino alle 8,30 e dalle 17 alle 20. I disagi maggiori potranno riguardare le linee extraurbane di bus della Cotral, che potrebbero fermarsi dalle 8,30 alle 17 e poi dalle 20 a fine servizio.

Viaggeranno regolarmente le circa 100 linee di bus periferiche gestite dal consorzio Roma Tpl: 08, 011, 013, 013D, 017, 018, 022, 023, 024, 025, 027, 028, 030, 031, 032, 033, 035, 036, 037, 039, 040, 041, 042, 044, 048, 049, 051, 053, 054, 055, 056, 057, 059, 066, 078, 086, 088, 135, 146, 213, 218, 226, 235, 314, 339, 340, 343, 344, 349, 404, 437, 441, 444, 445, 447, 502, 503, 505, 543, 546, 548, 552, 555, 557, 657, 660, 663, 665, 701, 701L, 702, 703L, 710, 711, 721, 763, 764, 767, 771, 775, 777, 778, 787, 789, 808, 889, 892, 907, 907L, 908, 912, 982, 985, 992, 993, 998 e 999, C1 e C19.

Saranno regolari anche i collegamenti gestiti da Trenitalia.

Regolari anche i bus notturni, le linee N.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti