Una giornata per la sicurezza nelle scuole del V municipio

Giovedì 21 marzo 2013 oltre 25 mila genitori e 13 mila alunni  insieme per la “Giornata del risveglio civico per il mantenimento e la sicurezza delle Scuole”
le e-mail dei lettori - 13 marzo 2013

Grondaie

Mi chiamo Maurizio Rossi e sono il Presidente del Consiglio dell’Istituto Comprensivo di via F. Fiorentini di Roma.

Qualche settimana fa nel Plesso della nostra Scuola Elementare Piccinini sono cadute delle grondaie dal tetto ed è stato solo un caso che non sia successo nulla di grave in quanto i bambini erano dentro l’edificio, ma questo è stato solo l’ultimo di una serie gravi disagi, uguali in tutti gli Istituti scolastici, che sono denunciate da tempo alle Autorità competenti dai nostri Dirigenti Scolastici.

Da quell’evento che poteva essere tragico è comunque montata la protesta dei genitori e siamo arrivati a condividere con tutti gli altri Istituti Comprensivi del V Municipio di Roma, che sono nelle nostre condizioni, un appello che troverete in allegato e che sarà sottoscritto da tutti i 13 Presidenti di Consiglio degli Istituti Comprensivi del V Municipio in rappresentanza di circa 25 mila genitori e 13 mila alunni.IMG10411-20121017-1650

Vi segnaliamo che la mattina del 21 marzo 2013, in contemporanea nei 50 plessi scolastici che ci riguardano, si effettuerà una protesta davanti ad ogni Plesso scolastico che chiameremo, essendo il primo giorno di Primavera, IMG10347-20121017-1616“Giornata del risveglio civico per il mantenimento e la sicurezza delle Scuole”.

Vogliamo porre l’attenzione su questo tema e abbiamo cominciato a contattare le testate giornalistiche locali e quindi ci rivolgiamo anche a voi perché vi riconosciamo la disponibilità e l’attenzione a parlare di queste problematiche convinti che possa fare da cassa di risonanza anche per tutte le altre realtà territoriali.

Cordiali saluti.

 Maurizio Rossi

L’appello alle Istituzioni

La Scuola Pubblica italiana versa in cattive condizioni per i diversi tagli economici, effettuati negli anni, che hanno inciso negativamente anche sui fondi, destinati agli Enti Locali, per il mantenimento e la sicurezza degli Edifici scolastici.

Le scuole ospitano giornalmente bambini e ragazzi e sono per loro, oltre che un luogo di educazione, apprendimento e cultura, anche un luogo di vita: passano, infatti, molte ore della loro esistenza nei locali scolastici e necessitano di essere ospitati in luoghi sicuri, igienicamente puliti e funzionali, gradevoli nell’aspetto.

Le scuole del nostro territorio, invece, anche perché costruite ormai decine di anni fa, sono molto spesso esteticamente brutte (scrostate, con parti vecchie e poco funzionali), a volte igienicamente carenti, poco luminose e poco accoglienti.

Queste scuole necessitano frequentemente di interventi ordinari e straordinari di manutenzione e quando questi vengono richiesti alle Autorità competenti rimangono quasi sempre pratiche inevase per scarsità di fondi.

Pur consapevoli di essere in un periodo di grave difficoltà economica e sopperendo alle piccole manutenzioni con fondi scolastici propri e spesso con l’autofinanziamento dei genitori, noi crediamo sia importante dare alla sicurezza delle scuole una priorità assoluta ed è per questo che sollecitiamo le Istituzioni del territorio ad agire nell’immediato su questa principale questione.

I Presidenti dei Consigli degli Istituti Comprensivi del Quinto Municipio, in rappresentanza di circa 25 mila genitori e 13 mila alunni, fanno inoltre appello alle Forze Politiche che si preparano a governare le Istituzioni Comunali e Municipali affinché prevedano nei loro programmi un piano straordinario di investimenti per il mantenimento e la sicurezza degli Edifici scolastici.

 

I Presidenti degli I. C. del V Municipio


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti