Sinistra Italiana X Municipio: Nessuna vittima si è presentata al processo contro il clan Spada

"Questo significa che ad Ostia la mafia c'è ed è molto radicata. Giovedì saremo alla Passeggiata della Legalità"
Marco Possanzini, Segretario Sinistra Italiana X Municipio - 10 giugno 2018

Riceviamo e pubblichiamo

Sinistra Italiana X Municipio: Nessuna vittima si è presentata al processo contro il clan Spada. Questo significa che ad Ostia la mafia c’è ed è molto radicata. Giovedì saremo alla “Passeggiata della Legalità”. Speriamo che anche le associazioni di categoria come commercianti e imprenditori aderiscano e manifestino con noi.

Ha ragione Raffaele Cantone quando afferma che “C’è ad Ostia in questo momento un atteggiamento che tende a ignorare l’esistenza della mafia”. Il processo contro il Clan Spada sotto il segno della paura e della intimidazione: Nessuna delle vittime si è presentata nell’aula bunker di Rebibbia mentre nel Municipio prosegue l’intimidazione nei confronti di chi potrebbe mettere in difficoltà gli esponenti del Clan mafioso Spada. Una roulotte data alle fiamme, l’auto di un pregiudicato interamente smantellata e abbandonata in mezzo alla strada così che tutti possano vedere e chissà cos’altro. Ad Ostia la mafia c’è così come il tentacolare fenomeno dell’usura, una morsa mortale che sta uccidendo il territorio. Per questo Giovedì parteciperemo alla “Passeggiata della legalità”, una manifestazione nata per esprimere solidarietà e vicinanza alla cronista di Repubblica Federica Angeli e a tutti coloro che, denunciando e non piegando la schiena, hanno permesso alla Magistratura e alle forze dell’ordine di assestare un duro colpo ai clan del territorio. La presenza pervasiva ed evidente delle infiltrazioni criminali chiama tutte le forze sane del territorio ad opporre un fronte comune: mentre la magistratura e le forze dell’ordine fanno il loro lavoro, la politica e i cittadini devono fare la propria parte, denunciare ed attivarsi. Per questo giovedì saremo in Via Forgiarini, confidiamo che anche le associazioni di categoria di commercianti e imprenditori aderiscano formalmente alla manifestazione e magari si costituiscano parte civile nel processo Spada in quanto l’usura, uno degli affari più produttivi per il clan, colpisce maggiormente proprio queste categorie. La mafia ad Ostia c’è, dobbiamo rompere la cappa di silenzio, di paura e di omertà che avvolge il nostro territorio perchè voltarsi dall’altra parte, ignorare, negare, significa essere complici.

Marco Possanzini, Segretario Sinistra Italiana X Municipio

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti