Fermato mentre scaricava 19 frigoriferi

Redazione - 26 giugno 2018

La scorsa settimana, nella notte tra il 21 ed il 22 giugno, una pattuglia del reparto Tutela Ambiente del VII Gruppo Tuscolano, ha fermato un uomo di 47 anni mentre scaricava in via Bernardino Alimena, zona Romanina, ben 19 frigoriferi.

Il fermo non è stato casuale ma al culmine di indagini avviate su segnalazione di Monica Lozzi, Presidente del VII municipio.
Nei giorni precedenti erano stati ritrovati 20 frigoriferi, privi del motore e dei tubi in rame, gettati in maniera illegale in un’area poco frequentata.

Gli uomini della municipale dopo vari appostamenti, hanno individuato lo stesso furgone che era stato già tracciato dalle telecamere di zona. L’uomo è stato poi scoperto e fermato dalle pattuglie mentre era intento a scaricare un frigorifero dal furgone, che nel vano posteriore trasportava altri 18 vecchi frigoriferi.

“Portato presso gli uffici di piazza Cinecittà, l’uomo ha provato a fornire giustificazioni – comunica il Corpo di Polizia Locale – ma alla fine ha ammesso le sue colpe. È stato denunciato ai sensi del D.lgs 152/2006, Testo Unico delle norme in materia ambientale.

Sono tuttora in corso indagini per risalire ad ulteriori responsabilità”.

Entusiasta per l’operazione la presidente del VII municipio Monica Lozzi il 25 giugno ha dichiarato quanto segue.

Stop all’impunità per chi sporca

La stretta collaborazione da noi avviata sia con la Polizia Locale sia con i cittadini, che in maniera puntuale segnalano comportamenti illeciti, sta dando risultati incredibili.

Nella settimana appena trascorsa due eventi hanno dato conferma del successo di questo sodalizio: il fermo e la denuncia presso la Procura della Repubblica da parte del VII Gruppo Tuscolano di un uomo che da mesi scaricava abusivamente rifiuti ingombranti – nello specifico frigoriferi – di fronte al civico 111 di via Alimena, e il riconoscimento di un altro individuo che a via Lucrezia Romana sversava una decina di sacchi neri pieni di rifiuti da un camioncino, il tutto grazie alle riprese di un cittadino che lo ha subito denunciato alla Polizia Locale.

L’impegno del Comandante del VII Gruppo nel ricevere le nostre segnalazioni e quelle dei cittadini, e nell’avviare immediatamente indagini ed appostamenti è senza dubbio l’arma che ci ha consentito di risolvere tante situazioni complicate: a lui e a tutti i componenti del Gruppo vanno i miei più sinceri ringraziamenti.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti