San Giovanni, Metro C, ore 12: parte il primo treno dalla nuova stazione

Inaugurata dalla sindaca Virginia Raggi la stazione museo. Come cambiano i mezzi di superficie
Rosa Valle - 12 maggio 2018

San Giovanni, stazione Metro C, ore 12: parte il primo treno dalla nuova stazioneSan Giovanni, Metro C, ore 12: parte il primo treno dalla nuova stazione – in direzione Pantano – inaugurata ufficialmente con il timbro del biglietto ai tornelli della sindaca Virginia Raggi, alle ore 11,40 di oggi, 12 maggio 2018.

«Oggi è una giornata storica per Roma e per l’Italia – ha dichiarato la Sindaca – finalmente dopo anni viene aperta la stazione San Giovanni della metro C, è un momento che tantissimi cittadini stavano aspettando. Portiamo a compimento parte di una grande opera infrastrutturale in una cornice magnifica: una stazione museo. Roma, vetrina d’Italia, comincia a correre verso il futuro e anche l’Italia deve esserne orgogliosa».

Oltre alla Sindaca sono intervenuti all’inaugurazione l’assessore alla mobilità Linda Meleo, l’archeologa Simona Morretta, della Soprintendenza speciale Archeologia Belle arti e Paesaggio di Roma e il vicepresidente della Regione Massimiliano Smeriglio.

San Giovanni, stazione Metro C, ore 12: parte il primo treno dalla nuova stazioneSan Giovanni, stazione Metro C, ore 12: parte il primo treno dalla nuova stazioneLungo corridoi, scale mobili e banchine scintillanti, sono esposti ovunque reperti archeologici rinvenuti durante i lavori: una vera stazione museo a cui auguriamo di non incontrare mai inciviltà e incuria.

La nuova tratta della linea C va dall’attuale capolinea di piazza Lodi fino, appunto, a San Giovanni dove incrocia la linea A.

Arrivano, così, a 22 le fermate attive, fino a Pantano-Monte Compatri, per un tracciato di circa 19 chilometri che collega l’estrema periferia est di Roma con il centro, migliorando la vita di un quadrante molto popoloso e con tantissime difficoltà e tempi lunghissimi per quanto riguarda gli spostamenti.

Dalla linea C alla linea A

La nuova stazione si trova in largo Brindisi, all’angolo con piazzale Appio, ed è collegata a alla fermata della linea A con una galleria sotterranea. I passeggeri che si spostano da una linea all’altra potranno utilizzare lo stesso biglietto, valido anche sugli altri mezzi pubblici.

La linea C segue gli stessi orari delle altre metropolitane: tutti i giorni dalle 5,30 alle 23,30 (partenza ultima corsa); venerdì e sabato, ultima partenza all’1,30 di notte.

Come cambiano i mezzi di superficie con l’apertura di San Giovanni

Con l’apertura della nuova tratta e del nodo di interscambio con la linea A, da lunedì 14 maggio 2018 cambia anche la rete di bus nelle aree interessate, con l’obiettivo di facilitare i viaggiatori provenienti dalla zona est, diretti in centro e verso la metro B e la Roma-Lido.

Le principali modifiche riguardano: la linea 51, che collega la stazione San Giovanni con la metro B e il centro; la 77, che porta al nodo di scambio Ostiense-Piramide; la 81, da piazza Lodi a Prati; la 54, che posta il capolinea al piazzale della stazione Malatesta; la 715, che cambia percorso transitando per la Garbatella sull’itinerario servito dalla 673, ora disattivata.

Le linee 590 e 650, accessibili ai passeggeri a ridotta mobilità, che seguono il percorso della linea A tra Subaugusta e Ottaviano, in direzione centro, effettueranno anche la fermata in via Appia Nuova in prossimità dell’entrata della stazione San Giovanni.

Modifica anche delle linee bus: 056, con il prolungamento a via Marcantonio Raimondi, nel quartiere Giardinetti; 058, con il prolungamento alla stazione metro B Ponte Mammolo, passando all’interno del quartiere di Tor Sapienza e in viale Palmiro Togliatti.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti