Re Magi e Bersaglieri a Colli Aniene

Un avvenimento eccezionale invocato e realizzato fervidamente da don Giuseppe Petrioli della chiesa parrocchiale di Sant’Igino Papa
di Federico Carabetta - 10 gennaio 2018

La sera del 5 gennaio 2018, bel tempo per fortuna, don Giuseppe Petrioli che aveva a lungo impetrato per questo privilegio, con molti fedeli è andato ai limiti del quartiere per accogliere i Re Magi.

Per ricevere i tre mitici re-astronomi, don Giuseppe ha provveduto in tempo a far intervenire musici per rendere loro gli onori dovuti a personaggi di così alto lignaggio. C’era difatti la fanfara del Bersaglieri con i suoi splendenti ottoni ornati di rosse drappelle e le sue note argentine.

E’ stato così che il corteo dei fedeli, dei tre Re orientali e dei piumati Bersaglieri, hanno preso il via e percorso le strade principali di Colli Aniene.

L’avvenimento ha richiamato centinaia di fedeli, anche dai quartieri vicini, che hanno fatto ala al corteo che alla fine ha raggiunto il sagrato di Via Ernesto Rossi e la chiesa di Sant’Igino.

Qui, dallo splendido presepio, è discesa e si è materializzata la Sacra Famiglia, Maria, Giuseppe e un Bambino in carne ed ossa, ancora lattante, e con tanto di ciuccio in bocca.

Una serata memorabile. Don Giuseppe pareva avere il dono dell’ubiquità animando il bel raduno polarizzando specialmente l’attenzione e l’interesse della fiumana di bambini intervenuti.

E’ seguita una solenne e partecipata funzione religiosa.

Federico Carabetta


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti