Pulizia “straordinaria” a largo Preneste

"Spariti solo i disegni dei bambini", denuncia il Comitato per la riqualificazione dell'area verde "la sporcizia è sempre lì"
di Letizia Palmisano - 31 agosto 2007

Foto 1: i disegni dei bambini, prima della rimozione. Foto 2 e 3: la sporcizia tutt’ora presente in largo Preneste

A qualche settimana dal via dei lavori di ristrutturazione e riqualificazione – ora interrotti per la pausa estiva – di Largo Preneste, le denunce sul degrado non diminuiscono. In particolar modo per la sporcizia, i “vespasiani” improvvisati e le siringhe sui marciapiedi.

Il 24 luglio, i cittadini hanno visto arrivare degli operatori ecologici (“o del decoro urbano”, non abbiamo la certezza, afferma Giuseppe Di Silvestre, presidente del Comitato Area Verde Largo Preneste) ma a fine dei lavori le siringhe erano tutte lì, come le immondizie e il tanfo di urina. L’unica cosa ad essere sparita, denunciano, è tutta l’informativa del Comitato: volantini, striscioni, cartelloni e i disegni dei bambini appesi alla cancellata. “Visti i risultati della pulizia – denuncia Di Silvestre – l’unica cosa che avranno voluto rimuovere era la Voce del Comitato!”.

Certamente l’affissione abusiva non è consentita e va rimossa. Ma probabilmente si sarebbe potuto almeno chiudere un occhio sui disegni dei bambini o quantomeno lasciarli a negozianti nelle vicinanze.

Riguardo l’igiene della piazza, speriamo che, terminati i lavori (anche se sarebbe meglio da subito…) la pulizia e il decoro siano all’altezza del progetto del futuro giardino


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti