Lorenzo Ciuti e Alessandra Tamburri trionfano nella XXVI Corri per il Parco

Nel pomeriggio di sabato 25 giugno gli atleti hanno corso lungo i viali del bellissimo Parco  Tor Tre Teste- Alessandrino-Quarticciolo
di Aldo Zaino - 26 giugno 2016

Nel pomeriggio di sabato 25 giugno 2016, con la temperatura che ha superato di molto  i  trenta gradi, si è svolta la XXVI edizione della “Corri per il Parco” quest’anno Memorial “Gianni Ferrari”, gara organizzata dalla Podistica 2007 Tor Tre Teste alla quale hanno partecipato numerosi atleti.

Alla buona riuscita della gara hanno contribuito, oltre allo sponsor maior Decathlon Prenestina, Ottica Roberto, Studio Medico odontoiatrico Gagliardi, Supermercato Rossetti, Domus Pinsa Preneste, e Comitato Roma Sì.

La corsa, competitiva e non competitiva di 10.00  km, ha animato i tanti viali del Parco di Tor Tre Teste-Alessandrino-Quarticciolo,  con ritrovo  e  partenza a largo Cevasco, e arrivo sulla pista di atletica dell’impianto Antonio Nori.

La novità di questa edizione è stata oltre alla data del 25 giugno, l’orario serale con ritrovo alle 16,00 e partenza ore 18,30, mentre è rimasto  invariato il bellissimo e impegnativo percorso. Ancora una volta la chiesa di Dio Padre Misericordioso conosciuta come la “chiesa delle Vele”, capolavoro  dell’archistar Riccardo Meier, ha fatto da splendida cornice alla manifestazione sportiva.

Alla gara hanno partecipato atleti importanti di Roma, ma anche atleti,  altrettanto quotati da paesi limitrofi della Capitale. Prima del segnale di partenza è stato ricordato Gianni Ferrari,  il personaggio al quale è stato dedicato il Memorial, storico presidente della podistica Tor Tre Teste negli anni ottanta scomparso nello scorso aprile. Dopo il segnale di partenza gli atleti si sono inoltrati nei viali del noto Parco del V municipio, seguendo un percorso da cross con saliscendi sterrati e prato, studiato ad hoc dagli organizzatori, concedendo anche ai concorrenti di passare più di una volta nel punto di partenza, un’occasione per ricevere applausi e incitamenti dai propri tifosi.

partenza  Corridori1 corridori2

corridoriE’ importante ricordare che la Corri per il Parco ha quasi l’età del giornale Abitare A molto letto dai residenti di questo municipio, la cui redazione ha sempre sostenuto l’evento. Nata nel 1990, la “Corri per il Parco” si disputa da 26 anni, per molti anni l’8 dicembre, organizzata, con il patrocinio prima del VII municipio e poi dal V, dall’Atletica del Parco e da questa edizione dalla Podistica 2007 Tor Tre Teste, presidente Rino Cocco. In origine la gara era una non competitiva e fu ideata da Vincenzo Luciani ed Elvino Echeoni per sollecitare il completamento del Parco Alessandrino. Partiva e arrivava allora in viale Alessandrino angolo via del Campo.

Per anni è poi stata competitiva con un’elevata partecipazione di podisti e di atleti (molti di livello nazionale) diventando una “classica” di 10 km, con partenza ed arrivo in via Molfetta, al Quarticciolo. Dal 2001 al 2006 la corsa è stata di nuovo non competitiva, per ritornare nel 2007 competitiva e con l’arrivo sulla pista dell’impianto Antonio Nori (un altro obiettivo rivendicato e raggiunto dalla Corri per il Parco).

La XXVI edizione si è corsa  in orario serale, il 25 giugno, interamente nel parco Tor Tre Teste, Alessandrino-Quarticciolo, su un fascinoso percorso misto ed ondulato su vialetti asfaltati e sterrati ed arrivo nella pista di atletica.

Luciani e ColuccioLe premiazioni si sono svolte sul posto a fine gara, il tutto dirette egregiamente dallo speaker Patrizio Coluccio che per molti anni ha fornito impianto, voce e musica ai partecipanti alla corsa.

Lodevole l’intento manifestato dalla Podistica 2007 Tor Tre Teste di ripetere anche nei prossimi anni la manifestazione sportiva riconfermando anche la data e l’orario pomeridiano dell’evento.

A parte il caldo, i commenti dei concorrenti sono stati positivi, in merito all’accoglienza, i ristori situati lungo il percorso l’arrivo in pista, alle premiazioni. L’unico neo è stato quello di non aver pensato a facili errori di percorso, unicamente per effetti visivi.

E da evidenziare per correttezza che nei primi quattro chilometri quando ancora il gruppo non era molto frazionato, c’è stata una presenza massiccia di volontari per segnalare il percorso, dopo tale distanza sono venute a mancare qualcosa d’importante, la presenza di persone che una gara nel parco necessita.  Il percorso era comunque ben segnalato con  frecce pitturate di bianco che indicavano se bisognava girare a destra oppure a sinistra, o con una la scritta NO per segnalare: non prendere questo viale.

A voler essere pignoli, solo l’inconveniente, manifestato in verità da pochi podisti, delle frecce sul pavimento che saltavano all’occhio dell’atleta all’ultimo istante, quando invece in una corsa podistica l’atleta spesso prende come riferimento il concorrente che lo precede, il quale dopo averti portato in percorso diverso come è successo a qualcuno scopre che chi lo precedeva era un imbucato che non aveva nulla a che fare  con la corsa ma si trovava a correre nel Parco semplicemente per allenarsi.

CorriPerIlParco25-06-16

I vincitori della gara:

CiutiCorriParcoTra gli uomini netta vittoria di Lorenzo Ciuti S.S. Lazio Atletica Leggera (con il tempo di 35’34”) seguito dal compagno di squadra  Alessio Fioravanti (38’48”), Al terzo poso si è classificato Metteo Giacomelli, Runner Sangemini (39’19”)

TamburriAlessandraFra le donne trionfo di Alessandra Tamburri sempre della S.S. Atletica Leggera (42’14”) il secondo posto è andato a Elvira Seferyan A.S. Amatori Pamphili (46’13”) seguita per il terzo posto da Carola Norcia A.S.D. Podistica Solidarietà (50’20”).

rino e emiliana coccoLa società più numerosa è stata la Podistica 2007 Tor Tre Teste (nella foto a sinistra la consegna della coppa), presidente Rino Cocco.

La manifestazione sportiva si è chiusa al termine con un breve discorso di Vincenzo Luciani, per ricordare l’amico e mitico presidente Gianni Ferrari che per molti anni ha collaborato con la Corri per il Parco e si è battuto per la realizzazione dell’ Impianto Antonio Nori.
i ferrariAlla corsa hanno partecipato e sono giunti insieme al traguardo il figlio di Gianni Ferrari, la moglie (a sua volta figlia di un grande podista, Goffredo Martucci) e la giovanissima nipote (buon sangue non mente) ai quali è stata consegnata una targa ricordo (nella foto a destra) per l’indimenticato Gianni Ferrari “maestro di vita e di sport”, una splendida persona – ha ricordato Vincenzo Luciani – che ha insegnato a molti podisti a correre divertendosi prima durante e dopo la corsa. Gianni Ferrari, tra i primi abitanti dell’allora nuovo quartiere di Tor Tre Teste ha infatti educato allo sport e alla pratica podistica numerosi atleti e podisti amatori e master, divenendo e confermandosi come un punto di riferimento importante”.

Ferrari è stato fondatore e presidente della Podistica Tor Tre Teste. Costituita nel 1980 dall’aggregazione spontanea di un gruppo di amici, la Podistica Tor Tre Teste è stata un esempio di come si possa fare sport a livello amatoriale con mezzi poveri e tanta passione. La Podistica presieduta da Gianni Ferrari aveva negli anni 80 una trentina di associati tra atleti, amici, dirigenti. Una parte di questi atleti è poi confluita nella gloriosa Atletica del Parco che negli ultimi anni (con il settore amatori e master è confluita) nella Podistica 2007 Tor Tre Teste.

A questo link tantissime foto della Corri per il Parco

A questo link tutto il servizio su www.fotoincorsa.com

Per concludere ecco la foto di gruppo della Podistica 2007 Tor Tre Teste che si è aggiudicata la vittoria delle società.

podistica Tor Tre Teste


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti