La Torre del Fiscale splende di nuova luce

Venerdì 1° giugno, alle ore 18.30 in via dell’Acquedotto Felice 120 grande evento di inaugurazione del rinnovato impianto
Olga Di Cagno - 30 maggio 2018

Si svolgerà nel tardo pomeriggio di venerdì 1° giugno, alle ore 18.30, in via dell’Acquedotto Felice 120 un grande ed illuminante evento di inaugurazione per festeggiare il termine dei lavori di restauro e di instaurazione del nuovo impianto di illuminazione di Tor Fiscale.

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il Parco Archeologico dell’Appia Antica e Roma Captale, tutte istituzioni che avario titolo hanno collaborato per la realizzazione del progetto di riqualificazione e restauro, vogliono con questa festa di inaugurazione proporre alla città e al mondo, ma soprattutto ai residenti, un evento che rappresenti sì la conclusione dei lavori di restauro ma soprattutto segni l’inizio di una nuova fase di uso e di utilizzo di tutta l’area. Tor Fiscale che si trova nel pieno del Parco Archeologico dell’Appia Antica, ma siamo anche nella cosiddetta periferia romana potrà così ritornare a svolgere un ruolo di sentinella all’interno del territorio dell’Agro Romano.

Accendere una luce, fissare le lampade in direzione di un bene culturale vuol dir soprattutto dare la possibilità di rendere sempre più visibile quel bene delimitando zone d’ombra, abolendo sentieri nascosti e poco sicuri e rendendo il territorio fruibile a tutti. Questo il significato che l’archeologa Rita Paris, direttrice del Parco Archeologico dell’Appia Antica, vuole dare alla festa: riconsegnare alla cittadinanza un pezzo fisico ma anche sentimentale del proprio territorio ponendo l’accento sulla totalità del parco, sulla sua valenza storica e sociale e sulla sua importanza di custode di memoria ma anche sentinella di valori di rispetto e valorizzazione.

Per avere maggiori informazioni basta aprire la pagina Facebook del Parco Archeologico dell’Appia Antica e scorrere i post fino all’annuncio dell’evento.

Per brevità, comunque, il programma della festa prevede dopo un momento di accoglienza e di saluti istituzionali, un concerto offerto dall’orchestra degli studenti della scuola Lewis Carroll, una proiezione con ricostruzione storica della torre e, infine, una passeggiata/ecursione in forma di visita guidata alla torre ed al territorio circostante.

Un inizio, una festa, ma anche un messaggio per la riqualificazione e la valorizzazione di un territorio, come quello della vasta periferia romana, ricca di storia e di tesori che potrebbero diventare volano di crescita economica e di implementazione turistica ma che troppo speso rimangono dimenticati solo perché periferici. Un piccolo inizio, ma un inizio illuminante!

 

Olga Di Cagno


Commenti

  Commenti: 1

  1. Beatriz Yermenos


    Buona iniziativa ! Per cortesia, Una altra data per participare???! Grazie

Commenti