La Settimana della Cultura 2012 a Roma

Dal 14 al 22 aprile la XIV edizione che apre le porte gratuitamente a tutti i luoghi d’arte statali e non solo
di Serenella Napolitano - 11 aprile 2012

Appuntamento imperdibile per la XIV Settimana della Cultura, la manifestazione che apre le porte del nostro patrimonio culturale a tutti, organizzata dal MiBac dal 14 al 22 aprile 2012.
Una manifestazione che sottolinea ancora una volta la centralità della cultura nella società civile.
Anche Roma si prepara ad accogliere le migliaia di persone amanti e curiose di scoprire i tesori nascosti. Tanti gli eventi che spaziano dai concerti in piazza al teatro, dal cinema alla letteratura, dalle mostre alle visite guidate. I musei e i tanti luoghi di cultura che vanno dal centro alla periferia della città rimarranno aperti gratuitamente al pubblico, ad eccezione dell’Ara Pacis e dei Musei Capitolini per i quali è previsto un biglietto di integrazione mostra. Molte anche le iniziative previste per rendere più vivaci ed interessanti i 20 Musei Civici, gestiti da Zètema, e i numerosi spazi culturali che offriranno un panorama variegato di proposte di immediata fruizione.
Le Case e gli spazi per la Cultura presentano un ricco programma appositamente ideato per la Settimana: iniziative dedicate ad Antonio Tabucchi con una lettura collettiva, aperta a tutti, del romanzo ‘Piazza d’Italia alla Casa della Memoria e della Storia il 16 aprile, cui seguirà dal 17 al 19 aprile alla Casa del Cinema un ciclo di film ispirati alle opere dello scrittore recentemente scomparso.
Il 17 aprile il Teatro Argentina, storica istituzione cittadina, apre le porte per una visita-spettacolo agli spazi più interessanti dal punto di vista storico e archeologico.
La Sala Santa Rita inaugura il 18 aprile la mostra ‘Art-cheologia. Serge Uberti, l’esperienza di Crustumerium’ con una performance dell’artista francese accompagnato dal compositore Louis Siciliano. Alla Casa della Memoria i ragazzi dell’Accademia di Belle Arti si confrontano con gli artisti che hanno partecipato alle vicende della Liberazione e della Resistenza, nella mostra ‘Il segno delle orme’. In occasione dell’inaugurazione, il 19 aprile, letture di Marco Palladini, Marco Solari e Alessandra Vanzi.
La nuova Piazza San Silvestro, venerdì 20 aprile alle ore 18, sarà animata dal concerto dell’Orchestra del Conservatorio Santa Cecilia di Roma. L’Orchestra, formata da 60 studenti e diretta da Silvia Massarelli, presenterà musiche di Georges Bizet e Ottorino Respighi.
Due piccole e insolite mostre si visitano nei Musei di Villa Torlonia: ‘Gli artisti di Villa Strohl-Fern’, sul clima internazionale delle Secessioni e delle Biennali romane e la magia della Scuola romana e ‘L’angolo del dandy’ che entra nelle pieghe meno note della personalità di artisti come Karen Blixen o Luchino Visconti. Al Museo Bilotti di Villa Borghese le opere di Omar Galliani celebrano proprio la città di Roma.
Arte contemporanea e fotografia si esibiscono al Macro Testaccio-La Pelanda con Steve Mc Curry e al Museo di Roma in Trastevere con gli scatti di Leonard Freed; mentre ai Mercati di Traiano è esposta l’arte calligrafica moderna del mondo arabo, al Museo di Roma Palazzo Braschi invece, saranno in mostra i vedutisti francesi.
Particolarmente vivaci, in questa edizione della Settimana della Cultura, il Centro Culturale Aldo Fabrizi a San Basilio che propone Piccoli quadri romani sulla romanità e la vita di periferia (in programma il 19 aprile) e il Centro Culturale Elsa Morante (Laurentino 38) che il 15 aprile , nel pomeriggio, celebra il suo primo compleanno. Due gli spettacoli in cartellone al teatro biblioteca Quarticciolo: ‘La Parabola della croce storta’ (il 15 aprile alle 21) e ‘Note di resistenza appunti di memoria’ (il 19 sempre alle 21), mentre al teatro Tor Bella Monaca, ancora il 19 aprile alle 21, va in scena Cibami, con ingresso gratuito.
Alla Settimana della Cultura partecipano, ovviamente, anche i Musei Archeologici di Roma, l’area archeologica di Ostia e gli Istituti Centrali con eventi di grande rilievo, come la presentazione del restauro dello "studiolo rosso" di Casa Balla da parte dell’Istituto Centrale per il restauro e la Conservazione.
Si segnala inoltre il Convegno sul "Giardino Zoologico di Roma a Cento anni dalla sua fondazione" e la partecipazione dell’Accademia di Costume e Moda, con un’esposizione di costumi e abiti progettati dagli studenti stessi nei laboratori dell’Accademia.

Tra gli eventi di Roma è sicuramente originale la mostra organizzata dalla Fondazione Anna Mode. Un’esposizione di abiti e accessori autentici della collezione privata della Fondazione, creati per il cinema ed il teatro.

E poi ancora tante visite guidate all’inesauribile patrimonio storico-artistico romano: dalla riscoperta di una antica villa romana a Casalotti, al percorso sulla Regina Viarum, l’Appia Antica dove gli esperti del Gruppo Archeologico Romano faranno rivivere i fasti di quelle strutture che sembrano lottare con lo scorrere del tempo. Ed ancora alla ricerca di itinerari insoliti con storie segrete della città: dagli oggetti personali di Napoleone conservati al Museo Napoleonico, alle incisioni e disegni appositamente estratti dalle cassettiere del Museo di Roma, al prezioso complesso del Sepolcro degli Scipioni, recentemente restaurato, ai rilievi di monumenti e scavi dell’Archivio Storico della Sovraintendenza, sino ai dati immateriali della cartografia del territorio di Roma.

Resterà escluso dai percorsi gratuiti il circuito Foro Romano, Colosseo e Palatino che sarà a pagamento.

Per ulteriori info consultare www.beniculturali.it/settimanadellacultura2012


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti