La Buona Integrazione, al Borgo Ragazzi Don Bosco

Il 20 maggio il Borgo l'incontro, organizzato dalla Provincia di Roma
di Maria Giovanna Tarullo - 25 maggio 2010

Giovedì 20 maggio il Borgo Ragazzi Don Bosco ha aperto le sue porte all’incontro, organizzato dalla Provincia di Roma, dedicato alla tematica dell’integrazione scolastica degli alunni con disabilità "La Buona Integrazione". L’appuntamento, inserito in un ciclo di seminari che hanno coinvolto tutto il territorio di Roma e provincia, è stato introdotto dall’Assessore alle Politiche Sociali e per la Famiglia della Provincia di Roma Claudio Cecchini, che ha presentato il piano per la predisposizione delle nuove linee guida 2010/2011 in vista di una corretta integrazione scolastica. Le nuove linee guida, pronte per avviare le attività che saranno messe in atto a partire dal prossimo anno scolastico, nascono come stimolo per coloro che hanno competenza in questo settore: dalle Asl ai Municipi, dai Comuni alle scuole, dalle associazioni di genitori a quelle che operano nel sociale. Il processo di integrazione scolastica rappresenta, ormai da tempo, un punto di forza all’interno delle attività della Provincia di Roma, proponendo uno spazio di consulenza dedicata, attraverso l’Ufficio Handicap, per valorizzare esperienze di integrazione interistituzionale e sostenere la circolazione di buone prassi.

L’Assessore Cecchini ha affermato: "L’istruzione è un diritto di tutti, e per i ragazzi disabili è una condizione indispensabile per un futuro di vita autentico. Garantire una reale inclusione sociale vuol dire offrire pari garanzie individuali in termini di accoglienza, rispetto, attenzione, partecipazione. Come è fondamentale rimanere legati al contesto territoriale e sfruttare al massimo tutte le opportunità disponibili".

Hanno preso parte alla conferenza l’Assessore alle Politiche Sociali per il VII municipio Giuseppe Pungitore, l’Assessore alla Scuola Leonardo Galli e la Dirigente dell’Ufficio Servizi sociali del VII municipio la Dott. Paola Calvani.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti