Inaugurata la Stanza della Cultura

Venerdì 13 aprile in via Prenestina 692, presso la farmacia Federico. IL VIDEO
Olga Di Cagno - 15 aprile 2018

Grande successo venerdì 13 aprile 2018 per l’inaugurazione presso la Farmacia Federico in via Prenestina,692 della Stanza della Cultura. Un luogo, apparentemente piccolo, ma molto ampio per le possibilità offerte: permettere a quanti lo vogliano di respirare, sperimentare, vedere, sentire, in altre parole fare cultura secondo la più ampia declinazione del termine.

Alcune delle bellezze naturalistiche, architettoniche e archeologiche presenti sul territorio del V municipio, in particolare di Tor Tre Teste, hanno fatto bella mostra di sé grazie alle opere esposte e messe a disposizione dall’associazione Confinifotografici e dal giornale “Abitare A”.

Grazie al mecenatismo della Farmacia Federico sarà possibile godere di momenti personali di riflessione e di lettura, nell’occasione è anche partito il servizio di book-crossing (in collaborazione con la biblioteca Gianni Rodari), ma anche di momenti corali o collettivi o amicali (la scelta sarà di volta in volta modulata a seconda delle molteplici esigenze e desideri) di conoscenza della storia e del grande e importante patrimonio culturale presente sul territorio del municipio.

Già al momento dell’inaugurazione la Stanza della Cultura ha realizzato un primo importante passo nell’opera di collazione culturale offrendo la possibilità di collaborare e di proporre idee, progetti e programmi ad alcune associazioni presenti ed attive nel quartiere, oltre a Confinifotgrafici, infatti hanno cominciato a collaborare le associazioni Pilloleart, Amici del Parco ed Omnia Urbes, ma altre erano presenti ed erano, elemento veramente importante, interessate all’utilizzo e alla collaborazione con la Stanza della Cultura.

Durante l’inaugurazione, quando le associazioni che hanno collaborato con la Farmacia Federico hanno raccontato delle loro attività, Stefano Federico, mecenate e motore dell’iniziativa, ha avuto modo di comunicare e di coinvolgere i presenti in alcuni progetti.

Volti sorridenti, sguardi orgogliosi nel vedere riprodotte le bellezze del proprio territorio e sorrisi consapevoli delle potenzialità presenti nel quartiere, ma anche in tutto il V municipio, sono stati gli elementi che hanno reso armonica e corale l’accoglimento delle proposte presentate: una serie di passeggiate di impronta naturalistica e archeologica/architettonica volte alla scoperta e consapevolezza del territorio circostante e del quale, purtroppo, spesso non si riesce a cogliere le grande bellezza.

Gradita la visita del consigliere capitolino Francesco Figliomeni che ha visitato la mostra e si è complimentato con gli organizzatori.

La stanza è inaugurata, la farmacia è accogliente, idee, progetti e forze associative ci sono, prossimamente saranno pubblicati i programmi per cominciare a rendere una piccola stanza un luogo vivo e vitale, lievito di emozioni, di sensazioni benefiche, madia di competenze in altre parole: stanza della cultura.

Olga Di Cagno


Commenti

  Commenti: 1


  1. Ottima iniziativa! La conoscenza storica del territorio e delle sue bellezze e ricchezze archeologiche mi interesserebbe.

Commenti