Il V municipio e la sua straordinaria unica biodiversità

Olga Di Cagno - 12 marzo 2018

Si è svolto sabato 10 marzo 2018, presso la Casa della Cultura, organizzato dal WWF Roma e Area Metropolitana un convegno dedicato alla scoperta e conoscenza sulla biodiversità presente all’interno dell’area urbana di Roma, e in particolare nel territorio del V municipio. L’evento era stato reso pubblico anche grazie a questo giornale

Competenti ed appassionati i relatori che hanno saputo trasmettere conoscenze tecniche, affascinando il folto e attento pubblico presente in sala, presentando interessantissimi resoconti sull’impressionante biodiversità che proprio in questo territorio anima e contribuisce a rendere unico l’ambiente che ci circonda.

Una natura vitale, pronta a riappropriarsi, appena ne ha la possibilità, dei suoi spazi e dei suoi tempi, una popolazione faunistica insospettata, come quella dei chirotteri (conosciuti ai più come semplici “pipistrelli”) e variegate tipologie di volatili che fungono da indicatori di qualità ambientale, in un territorio che, a ben guardare, non è solo costituito da palazzoni e cemento.

Attimi di natura nella mostra/concorso fotografico

A quanti erano pronti ad ascoltare le relazioni presentate, però, appena entrati all’interno del casale, è apparso subito chiaro come il pomeriggio avrebbe avuto due momenti apicali: le relazioni, appunto, e il contest fotografico, ovvero la mostra/concorso di appassionati fotografi che hanno saputo immortale momenti unici, rappresentando la natura e le sue molteplice sfaccettature.

Funghi che celano una città tra le loro spore, foglie di un verde splendente che mostrano una colonia di insetti caratterizzati da un rosso così vivo da far invidia ai più celebri pittori, gheppi e gufi ammaliatori con i loro occhi ipnotici e piccoli uccellini dal nome che, a più di un visitatore, ha provocato (è proprio il caso di dirlo) un sorriso ironico; tra le varie fotografie esposte, infatti, c’era anche quella della passera scopaiola!

In ultimo anche la premiazione di tre tra i partecipanti alle uscite del contest di fotografia naturalistica che si sono svolte proprio nel territorio del V Municipio: Maria Piccini, Rosalba Palazzotto e Alessandro Fiorillo. La giuria composta da Giovanni Giuiani di Domiad Photo Network, Vincenzo Luciani poeta e direttore di Abitare A e Franco Menenti di WWF Roma e Area Metropolitana nel fornire le motivazioni della premiazione ha posto l’attenzione sulla capacità dei tre vincitori di rappresentare e interpretare momenti e luoghi unici: attimi di natura.

Mi sia consentito concludere con una citazione: “La natura può allestire spettacoli straordinari. Il palcoscenico è immenso, le luci strabilianti, le comparse infinite e il budget per gli effetti speciali illimitato” (Yann Martel, La vita di Pi)

Olga Di Cagno


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti