Il Col dei Mondiali di pallavolo e la Coppa del Mondo alla Race for the Cure

Aldo Zaino - 18 maggio 2018

Prosegue a grandi passi la marcia di avvicinamento alla fatidica data di domenica 9 settembre, giornata che aprirà i Campionati del Mondo di Pallavolo Maschile con la partita Italia-Giappone, in programma al Centrale del Foro Italico di Roma.

 Nel quadro delle numerose iniziative, volte a promuovere l’atteso appuntamento fra i cittadini della Capitale e di tutto il Lazio, oggi il Comitato Organizzatore Locale di Roma ha inaugurato, nel suggestivo scenario del Circo Massimo, il Villaggio della Race For The Cure, lo straordinario evento di sport, solidarietà e prevenzione che andrà in scena domenica 20 maggio con il coinvolgimento di oltre 60000 persone.

Per quattro giorni, da oggi 17 maggio, all’interno del Villaggio della Race la pallavolo avrà l’occasione di presentare tutte le proprie potenzialità. Domenica, alla partenza, i ragazzi e le ragazze dei Centri di Qualificazione Territoriale della FIPAV Roma daranno il via alla corsa non competitiva correndo i primi metri insieme ad Andrea Lucchetta e allaCoppa del Mondo di pallavolo maschile. Si tratta del secondo appuntamento romano del Trophy Tour, dopo la grande festa del Memorial Favretto ai Fori Imperiali lo scorso 29 aprile. Il Trofeo sarà esposto e consentirà a chiunque lo volesse di immortalarsi vicino alla Coppa che verrà consegnata a fine settembre alla squadra vincitrice del Mondiale.

A partire da questa mattina, all’interno del Villaggio, ancora una volta l’ex campione del Mondo Lucchetta ha organizzato degli interminabili e divertenti clinic di S3 con il coinvolgimento di centinaia di bambini che hanno riversato come sempre il loro entusiasmo dando vita a combattutissime partitelle fra gli applausi del pubblico presente. Il Villaggio della Race For The Cure è stato inaugurato questa mattina dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin e fino a domenica promuoverà la prevenzione e l’adozione di stili di vita sani con la partecipazione di migliaia di donne che hanno aderito ai programmi di prevenzione proposti dalla Susan G.Komen Italia.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti