Il 20 maggio 2018 nei municipi pari raccolte oltre 200 tonnellate di rifiuti ingombranti

Prossimo appuntamento nei municipi dispari domenica 17 giugno
Redazione - 20 maggio 2018

Rifiuti ingombranti 2018

Sono oltre 200 le tonnellate di rifiuti ingombranti raccolte oggi, 20 maggio 2018, nei municipi pari della Capitale con la campagna “Il tuo quartiere non è una discarica”, organizzata da Ama in collaborazione con il TGR Lazio. E’ il quantitativo più alto di questa edizione dell’iniziativa. Tutti i rifiuti raccolti sono stati avviati ai centri di trattamento/recupero.

Sono state 15 le postazioni messe a disposizione dei cittadini, presso le quali è stato possibile consegnare gratuitamente rifiuti urbani ingombranti, “particolari” e RAEE (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche). Presso la postazione di Ponte Mammolo – parcheggio Metro B (IV municipio), grazie alla collaborazione tra Ama e l’Associazione “Joni and Friends Italia” Onlus, i cittadini hanno inoltre potuto consegnare anche ausili sanitari dismessi ancora in buono stato (sedie a rotelle, deambulatori, stampelle, tutori, ecc.) da donare a persone diversamente abili bisognose. In alcune postazioni è stata poi attiva la raccolta di vecchie biciclette, anche non funzionanti, a cura dell’Associazione Culturale Ciclonauti.

Lo comunica Ama in una nota.

Si ricorda che l’azienda mette quotidianamente a disposizione dei cittadini altri due canali per disfarsi gratuitamente dei rifiuti ingombranti, elettrici ed elettronici, che non devono essere assolutamente conferiti nei cassonetti stradali: i Centri di raccolta aziendali aperti tutti i giorni e il servizio di ritiro a domicilio al piano strada per i materiali fino a 2 metri cubi di volume. Il servizio può essere prenotato tramite il ChiamaRoma 060606, oppure compilando l’apposito modulo di richiesta nella sezione Servizi on-line del sito www.amaroma.it.

Il prossimo appuntamento con “Il tuo quartiere non è una discarica” è fissato per domenica 17 giugno nei municipi dispari della Capitale.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti