I lavoratori della Vitrociset occupano la Sala Consiliare del V Municipio

Il 28 ottobre una delegazione di lavoratori e sindacati hanno chiesto ancora impegno e solidarietà
Enzo Luciani - 28 ottobre 2005

Il 28 ottobre mattina, una delegazione di lavoratori della Vitrociset e alcuni rappresentanti sindacali hanno occupato, pacificamente e simbolicamente, la Sala Consiliare del V Municipio per reiterare la richiesta di impegno e solidarietà da parte di tutti i consiglieri municipali rispetto alla vertenza sui 150 licenziamenti.

A tal proposito il 7 novembre alle ore 15 ci sarà un incontro presso il MAP, il Ministero delle Attività Produttive, in via Molise, per discutere sul futuro e sulle prospettive dei lavoratori della Vitrociset, condizione assoluta per affrontare una discussione sul futuro e sul ritiro della procedura sui licenziamenti.

Il Presidente del V Municipio Ivano Caradonna appoggerà la manifestazione che si terrà contemporaneamente all’incontro del 7 novembre, invitando tutti a partecipare affinché venga dato sostegno al valore del lavoro e della dignità della persona.

Il Capogruppo dei DS del V Municipio Micaela Campana: “abbiamo già sostenuto i lavoratori e continueremo a sostenerli finché non verranno ritirati i provvedimenti di mobilità e non verrà varato un programma di rilancio di un’azienda che è il fiore all’occhiello della Tiburtina”.

Il segretario generale della CGIL Roma Est, Ernesto Rocchi, ritiene inconcepibile l’atteggiamento della minoranza del V Municipio, dimostratasi insensibile alle vicende che riguardano il futuro di numerosi lavoratori.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti