E se Dante fosse stato un cantautore…

La commedia musicale sarà rappresentata lunedì 2 luglio ore 19 nel Teatro Centrale Preneste, in via Alberto da Giussano 58 a Roma
Olga Di Cagno - 25 giugno 2018

“E se Dante fosse stato un cantautore” sarà presentato in anteprima lunedì 2 luglio 2018, alle ore 19.00, presso il  Teatro Centrale Preneste, Via Alberto da Giussano 58, Roma,  con il patrocino dell’Assessorato alle Politiche Culturali e dell’Assessorato alle Politiche Scolastiche e grazie alla collaborazione dell’Associazione Culturale Ades nella realizzazione del progetto artistico e culturale che ha coinvolto gli allievi del laboratorio teatrale del Centro teatrale Municipale.

Gli autori,  Antonio Manganuco e Daniela Eritrei (che ne cura anche la regia), grazie alla collaborazione  di Eugenio Cardillo, Michele Albano e Maurizio Borzellino per la composizione delle musiche e degli arrangiamenti, di Danilo Pasqualini come vocal coach, di Orietta Petrignani (che si esibirà in un piccolo ma significativo cameo)  e grazie al grande contributo professionale ed artistico di Giuliano Chiarello e di Beatrice Pagano (attori professionisti,figure di spicco nel territorio del V Municipio) hanno saputo realizzare un commedia musicale in prosa che con ironia ed assoluta conoscenza dei temi trattati ripercorre  le più famose pagine della letteratura del Bel Paese in una chiave moderna, innovativa, spiritosa ma sempre assolutamente ossequiosa della letteratura e dei suoi interpreti e custodi.

La trama, semplice ed allo stesso tempo  uno stimolante  contenitore per serie e personali riflessioni, narra di un gruppo di ragazzi tutti rimandati in italiano che aspettando di iniziare le tanto detestate ripetizioni osano musicare le poesie più famose. Colpa grave o nuovo modo di rappresentare e di modernizzare temi e sussurri sempre attuali?  Per scoprilo bisognerà partecipare ed assistere …

Il 2 luglio ci sarà l’anteprima, ridotta, ma la rappresentazione è destinata ad avere il suo allestimento completo per gennaio del 2019 quando sarà presentato nelle varie scuole del territorio che ne faranno richiesta.

Olga Di Cagno

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti