Dal 1° luglio sarà possibile presentare in Municipio le proprie Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Per esprimere le proprie volontà sui trattamenti sanitari o scelte terapeutiche
Redazione - 30 giugno 2018

Dal 1° luglio 2018, i cittadini residenti a Roma, maggiorenni e capaci di intendere e di volere – come previsto dalla legge 22 dicembre 2017 n. 219 sul consenso informato e le disposizioni anticipate di trattamento, entrata in vigore lo scorso 31 gennaio – possono, attraverso apposite Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT), esprimere le proprie volontà sui trattamenti sanitari o scelte terapeutiche, indicando anche un “fiduciario” che faccia le proprie veci nelle relazioni con il medico e le strutture sanitarie.

Le persone interessate potranno depositare la propria DAT presso uno dei 15 Municipi romani, a prescindere dallo specifico domicilio di residenza territoriale.

Qui tutte le informazioni


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti