Benvenuti… nella Selva Gordiani

Aumenta di giorno in giorno la preoccupazione e la rabbia degli utenti per l'incuria e l'abbandono
Redazione - 11 giugno 2018

Aumenta di giorno in giorno la preoccupazione e la rabbia degli utenti per il degrado del parco, anzi per meglio dire, della selva di Villa Gordiani.

“Meno di un anno fa un cittadino modello è stato sanzionato per aver iniziato a tagliare degli oleandri diventati così rigogliosi da proteggere malintenzionati ed infatti questa iniziativa è scattata dopo lo scippo ad una anziana signora” dichiara Antonio Resta un residente della zona ed innamorato del parco.

“Sono testimone diretto di quanto accade la sera perché con il mio cane meticcio Ettore entro dal lato della fermata del 412, attrezzato di tutto punto, compresi sacchetti e torcia, ma dopo le 22,30 e fino alle 01 (i miei orari di massima) il parco è un mercimonio a cielo aperto e un bivacco con bottiglie di vetro e immondizia sparsa o gettata in giro ovunque…

La prostituzione maschile sfrutta il buio del parco ed il giorno dopo, per chi fa passeggiate nel verde, rimane lo schifoso spettacolo di fazzoletti e profilattici usati, a fianco di panchine e alberi, che si mischiano a bottiglie a pezzi e immondizia di ogni genere.
Anche la prostituzione femminile è ancora presente e i clienti approfittano di altri anfratti, bui anche quelli!”

“Ma come si fa a sbagliare di nuovo gli appalti per la pulizia del verde?

Perché – conclude Resta – lasciate soli quei 2 poveretti, qualifica giardinieri, ma incaricati di fare i “monnezzari” (con il dovuto rispetto per il lavoro utilissimo degli “operatori ecologici”)? Hanno le competenze per tagliare rami e prendersi cura delle malattie delle piante: lasciate che possano fare il loro mestiere, non che si dedichino alla sola raccolta degli escrementi canini e del cambio dei sacchetti del rusco!”

Video girato domenica 10 giugno 2018

Il consigliere Fabio Piattoni il 9 giugno ha postato sul suo profilo Facebook: “Villa Gordiani – Chiuso per incompetenza. Ma solo a metà. Lato Olevano Romano fronte Prenestina. È una giungla!”
Allegando anche delle foto.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti