Aviva Community Fund: aperte le candidature per il finanziamento di organizzazioni non profit

“Sostegno alla salute”, “Al fianco degli anziani” e “Occupazione” gli argomenti dei progetti da candidare entro il 15 febbraio 2018
Rosa Valle - 12 dicembre 2017

Sono aperte le candidature alla edizione 2018 di Aviva Community Fund, fondo benefico di Aviva, assicurazione tra i leader in Europa e presente in Italia dal 1921, per il finanziamento di organizzazioni non profit attive sul territorio italiano. Con questa iniziativa, che ha debuttato in Italia nel 2015, Aviva vuole sottolineare l’importanza del lavoro delle organizzazioni locali in favore del territorio e delle comunità.

Le donazioni messe a disposizione quest’anno sono in totale 10. Tre, invece, le categorie oggetto di candidatura: “Sostegno alla salute”, “Al fianco degli anziani” e “Occupazione”. Per ciascuna categoria  sarà assegnato un premio da 15 mila e uno da 8 mila euro, a cui si aggiungono 4 premi speciali da 5 mila euro.

Come candidare il progetto

E’ possibile candidare il proprio progetto a favore della comunità locale sul sito www.avivacommunityfund.it, previa registrazione e compilando l’apposito form. Sarà possibile presentare online il progetto fino alle ore 18 del 15 febbraio 2018. Ciascun progetto può essere candidato solo una volta, ma ogni utente può candidare più progetti.
Per essere candidato, un progetto deve necessariamente essere a favore di un’organizzazione non profit che sia stata costituita da almeno 1 anno dall’inizio dell’iniziativa (prima del 05/12/2016); avere un impatto positivo sulla comunità locale; avere luogo in Italia; essere già in buona fase di svolgimento/ completamento alla data del 31 dicembre 2018.

Dall’1 al 29 marzo 2018 sarà possibile votare online per i progetti candidati. I 7 progetti più votati di ciascuna categoria passeranno al vaglio della giuria dell’Aviva Community Fund, che sceglierà i 2 progetti più meritevoli per ciascuna. Saranno, inoltre, attribuiti 4 premi speciali, individuati tra i 21 finalisti indipendentemente dalla categoria di appartenenza. I vincitori saranno annunciati il 15 maggio 2018.

Caratteristiche e ambiti dei progetti

Ricordiamo le caratteristiche dei progetti. Per il sostegno alla salute: progetti orientati al sostegno della ricerca scientifica, della prevenzione e dell’assistenza a persone affette da problemi di salute e/o le loro famiglie.
A fianco degli anziani: progetti che promuovano la partecipazione attiva alla vita sociale e comunitaria degli anziani e l’inclusione sociale degli anziani soli, avvicinandoli al mondo digitale e facilitandoli insieme alle loro famiglie ad affrontare la vita di tutti i giorni.
Occupazione: progetti che puntino alla riqualificazione di persone inoccupate, ad avviare per loro percorsi formativi, con un’attenzione particolare a donne e giovani, e a supportare le attività imprenditoriali che impiegano categorie svantaggiate di lavoratori (es: disabili, ex detenuti, ecc.).

I progetti per Roma premiati nel 2015 e 2016

Aviva Community Fund ha premiato, nelle scorse edizioni, diversi progetti del territorio romano:
Roma – “Prezzemolo e dintorni, gli orti in condominio” – Premio da 3.000 euro “Valorizzazione della figura femminile” nel 2015
Roma – “Sprazzo di A..Roma” l’orto storto” – Premio da 5.000 euro “Insieme per il territorio” nel 2016 
Roma – “4 parchi per amore di Roma” – Premio da 15.000 euro “Insieme per il territorio” nel 2016

Il successo delle edizioni precedenti – commenta Arianna Destro, Chief Customer Officer di Aviva  ci ha spronato a continuare su questo percorso che ci vede al fianco delle comunità in cui operiamo. Il ruolo che le organizzazioni non profit svolgono a sostegno dei cittadini è imprescindibile e noi di Aviva vogliamo supportarle nel loro lavoro quotidiano. Spesso per organizzazioni molto radicate sul territorio, ma magari di piccole o medie dimensioni, è difficile farsi conoscere e ottenere i finanziamenti necessari a progredire nel loro lavoro. È proprio a queste realtà che vogliamo rivolgerci. Quest’anno ci focalizzeremo su tre importanti campi di azione: salute, anziani e occupazione, dove la voglia di rimboccarsi le maniche e di mettersi in gioco possono davvero fare la differenza.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti