Al via a Centocelle un “Laboratorio urbano di facilitazione di progetti di economia circolare e creazione di una Smart Community locale”

Il corso è gratuito e si terrà a febbraio, il sabato mattina, nelle date 3, 10, 17 e dalle ore 9 alle ore 13 presso Fusolab, Viale della Bella Villa, 94
Alessandra Noce - 2 febbraio 2018

Prosegue attraverso un “Laboratorio urbano di progetti di economia circolare e creazione di una Smart Community locale” la sfida di ENEA per l’avvio di un cantiere di sperimentazione del progetto “Sviluppo di un modello integrato di smart district urbano”, finanziato nell’ambito dell’Accordo di Programma ENEA-MISE 2015-2017, “Ricerca Sistema Elettrico” e avviato nel 2015 a Roma,  in collaborazione con Luiss – LabGov, attraverso un processo di formulazione e sperimentazione di un protocollo metodologico Co-città” (ulteriori informazioni su: www.co-roma.it).

Il laboratorio, realizzato con la supervisione di Transition Italia e LUISS – LabGov, è un percorso formativo che ha l’obiettivo di rafforzare le competenze dei facilitatori locali, ossia cittadini attivi, innovatori sociali e imprenditori civici che si sono resi protagonisti di iniziative di sviluppo di comunità nel distretto Centocelle-Alessandrino.

Le attività avranno come focus lo sviluppo e la creazione di progetti verso la sostenibilità urbana attraverso modelli di economia circolare e l’uso di nuovi modelli di relazione e governance.

Il cantiere proseguirà attraverso diverse attività progettuali nella zona urbana di sperimentazione selezionata corrispondente a Centocelle/Alessandrino, aventi ad oggetto servizi di Smart City e Smart Community.

Il corso è gratuito e si terrà a febbraio, il sabato mattina, nelle date 3, 10, 17 e dalle ore 9 alle ore 13 presso Fusolab, Viale della Bella Villa, 94, eccetto sabato 24 febbraio (sede da definire).

Informazioni sul laboratorio, i cui posti sono limitati, sono anche disponibili sulla pagina Facebook:https://www.facebook.com/laboratorio100centoce/.

Per ulteriori informazioni, è possibile contattare la ricercatrice Francesca Cappellaro, responsabile del percorso: francesca.cappellaro@enea.it.

 

Alessandra Noce


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti