Agenzia di Quartiere di Tor Sapienza chiede incontro di chiarificazione con Metropoliz e MAAM

Comunicato Stampa - 24 maggio 2018

Riceviamo e pubblichiamo questo comunicato dell’Agenzia di Quartiere di Tor Sapienza:

“L’Agenzia di Quartiere di Tor Sapienza a nome delle Associazioni da essa rappresentate,
auspicando un incontro diretto al chiarimento di quanto accaduto, per il momento, per tutelare l’onorabilità delle Associazioni che rappresenta, in risposta al comunicato da voi diffuso in data 1 maggio 2018 relativo alla vostra mancata partecipazione alla “Festa di Primavera”, svoltasi a Tor Sapienza, nei giorni di 5 e 6 maggio scorso, precisa quanto segue.

1) Codesti soggetti erano a conoscenza della presenza e partecipazione di tutte le
associazioni poi indicate in locandina, almeno dal 26/4 scorso poiché tutte le Associazioni e il MAAM, si sono riunite in un briefing il giorno 27/4 scorso e in quella sede sono state comunicate e condivise le vare attività programmate ed i soggetti partecipanti
L’inaspettato recesso di codesti enti ha arrecato pregiudizio alla manifestazione, oltre a
non essere certo ascrivibile tra i comportamenti di buona fede a cui tutti i soggetti sono
tenuti nell’esecuzione degli accordi.

2) Si conferma, aderendo all’affermazione contenuta nella mail, che l’Agenzia, la quale per Statuto e di fatto è un’organizzazione apartitica e aconfessionale, come a loro dire gli enti in indirizzo, è “..indisponibile verso chi alimenta primati di razza, di appartenenza, di provenienza..”, là dove con fatica si possa collaborare per il bene comune e per i “deboli”, in particolare senza pregiudizio alcuno ma valutando nel merito ogni situazione specifica.
Nella fattispecie appunto la partecipazione alla Festa di Associazioni con diversa formazione culturale e ideologica, le quali però condividano detta premessa, conferma per l’Agenzia la stessa premessa e, per i soggetti in indirizzo la smentisce, perché le motivazioni addotte dagli stessi per il ritiro dalla manifestazione sono discriminanti.
Infatti:
– l’Associazione FARO ITALICO ROMA EST non è un’organizzazione politica ma un’associazione di persone, costituita secondo l’ordinamento vigente;
– l’AGENZIA non intende divenire “strumento sempre più pericoloso per lo sdoganamento e la legittimazione di organizzazioni neo-fasciste dentro il nostro territorio”;
– l’Agenzia respinge questa accusa e ritenendo grave l’affermazione potrebbe farne oggetto di esame in sede opportuna.”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti