Traffico da incubo in via L’Aquila al Prenestino

Luciano Di Pietrantonio - 26 maggio 2017

Il rifacimento della pavimentazione stradale, della corsia preferenziale di via L’Aquila, nel Municipio V, che va dal Piazzale Prenestino a Piazza del Pigneto,  ha creato un grande disagio e  tante proteste, che si può definire un incubo da traffico, per gli abitanti della popolosa  zona.  I lavori, definiti dal Campidoglio di emergenza, che dovevano partire a dicembre 2016, sono iniziati nella seconda decade di maggio, e dopo due giorni si sono fermati, e non si sa quando riprenderanno.

Sul tratto  di strada in questione i mezzi, le auto private e i bus che vanno verso Piazza Lodi, sono sempre in fila, perché ne transita uno per volta, il traffico pare impazzito, oltre cento parcheggi a spina sono stati soppressi per facilitare il cantiere, i commercianti protestano perché i loro incassi sono crollati e i cittadini residenti si sentono prigionieri nel loro quartiere. Non a caso le ricadute di questa situazione si riverberano  su tutte le strade collegate con via L’Aquila e dintorni. Spesso la fila delle auto incolonnate inizia a Largo Preneste, due chilometri prima del cantiere.

La domanda che si pone, con disperazione e rassegnazione, ma con tanta rabbia, i cittadini, gli automobilisti, gli autisti dell’Atac e i commercianti, è questa: “Quanto tempo durerà questo brutto incubo, con disagi che una città come Roma non dovrebbe subire in continuazione?”  Si aspetta una risposta urgente dal Comune e dal Municipio V, ma soprattutto la ripresa e la conclusione del rifacimento della corsia preferenziale.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti