Straloche/Traslochi di Vincenzo Luciani a Centocelle

Giovedì 9 novembre 2017 alle ore 17,00 presso la sede di Planet Onlus in via G. Arcangeli 21 si terrà la presentazione dell’Aperilibro di poesie
Redazione - 7 novembre 2017

Giovedì 9 novembre 2017 alle ore 17,00 presso la sede di Planet Onlus in via G. Arcangeli 21 a Roma Centocelle si terrà la presentazione dell’Aperilibro di poesie di Vincenzo Luciani Straloche/ Traslochi (Edizioni Cofine, 2017).

Intervengono: Francesco Figliomeni e Luisella Di Curzio (Planet Onlus)

Presenta: Manuel Cohen (poeta e critico letterario)

L’Autore leggerà alcune poesie tratte dall’Aperilibro.

Quello di Luciani raccoglie poesie inedite in italiano e in dialetto garganico (Ischitella), è l’ottavo volumetto dell’innovativa collana e sarà offerto in omaggio ai partecipanti all’incontro.

Scopo di Aperilibri, un progetto al quale cooperano Aic, Planet Onlus, Il Foro e Periferie, è la diffusione della buona poesia sia in italiano che nelle lingue locali. Con una particolare attenzione alle nuove generazioni, proponendo piccoli libri che invoglino a una maggiore frequentazione di testi poetici.

IL LIBRO raccoglie alcune poesie inedite in italiano e in dialetto garganico (Ischitella, FG) raggruppate in cinque brevi sezioni: Straloche/Traslochi, Il muro, Neondialettale/Neodialettale, Cunte d’amore e amicizzije/Cose di amore e amicizia, Cunte de famigghje/Cose di famiglia

L’AUTORE. VINCENZO LUCIANI (nella foto con Manuel Cohen) è nato nel 1946 a Ischitella nel Gargano, dal 1975 vive a Roma dove dirige il mensile di informazione locale Abitare A. È fondatore dell’Associazione e della rivista di poesia Periferie. Dirige il Centro di documentazione della poesia dialettale “V. Scarpellino”. (Il suo canale Youtube)

Ha pubblicato le raccolte di poesia: Il paese e Torino, (Salemi, 1985); per le Edizioni Cofine: I frutte cirve (1986), Frutte cirve e ammature (2001), Tor Tre Teste ed altre poesie: 1968-2005 (2005), La Cruedda (2012) e le ricerche: La regione invisibile (con Silvia Graziotti, 2005); Le parole recuperate. Poesia e dialetto nei Monti Prenestini e Lepini (2007); Dialetto e poesia nella Valle dell’Aniene (2008); con Riccardo Faiella, Le parole salvate. Dialetto e poesia nella provincia di Roma: Litorale nord – Tuscia romana – Valle del Tevere (2009) e Castelli Romani e Litorale sud (2010).

Inoltre: Dialetto e poesia nei 121 comuni della provincia di Roma (2011) e, con Anna Corsi e Valentina Cardinale, Dialetto e Poesia nei Monti Lepini (2012), Dialetto e poesia nei 33 comuni della provincia di Latina (2014).


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti