‘A Salita del Grillo apre  il Festival di Teatro Brillante “Colli Aniene – Roma”

L’evento un punto di riferimento per il quartiere all’insegna della cultura e del divertimento
Anna Candelotti - 8 ottobre 2017

il Festival di Teatro Brillante “Colli Aniene – Roma” è partito alla grande. Gli organizzatori hanno rinnovato l’impegno di fare di questo evento un punto di riferimento per il quartiere all’insegna della cultura e del divertimento. Il presidente dell’Associazione Culturale e Teatrale I Scoordinati Luigi Filosa ha precisato che grande merito va anche agli sponsor e alla collaborazione della Società Sogester e della Associazione il Foro.

Il duo Bluestrings ha aperto la serata del 7 ottobre 2017 a Colli Aniene presso il teatro della scuola elementare Angelica Balabanoff in via A. Balabanoff, 62 (ingresso da Via B.Bardanzellu, 101) con due brani di musica blues. A seguire, con la commedia brillante “A’ Salita del Grillo”, la compagnia Attori per caso è entrata nel vivo della rassegna.  L’opera è un adattamento teatrale del Marchese del Grillo, il film di Monicelli con Alberto Sordi, curato con sapienza  dal regista Luigi Barba.  Nella Roma papalina dell’’800, il marchese Onofrio del Grillo, nobile romano alla corte di Papa Pio VII, trascorre le sue giornate nell’ozio più completo. Il suo principale passatempo, è costituito da innumerevoli scherzi e beffe con la complicità obbligata del suo fedele servitore Mollicone.  Si potrebbe dire che è la solita Roma, o qualsiasi altro luogo, in cui i cittadini sono beffati e sopraffatti dal potente di turno.

Un cast di bravi attori ha portato in scena diciotto personaggi : F. De Angelis nel Marchese e in Gasperino , M. Brancatelli nel fedele  Mollicone, G. Saturno nell’esaltato  zio Terenzio, B. De Angelis una stupenda donna Lucrezia, I. Mirabelli in Camilla, A. Galli in Genuflessa, D. Tozzi l’oste Annibale, M. Smiriglia la sora Assunta, M. Nigerelli  in Virginia, G. Porcedda sora Rosa, M. Pedini il falegname Aronne, J. Terlizzi in Totarello sempre affamato, C. De Angelis “a sorpresa” nel marchese o nel carbonaro, P. Burelli in Olimpia, D. Francucci er lampionaro Giggi, G. Locuratolo in Fiammetta e Luigi Barba in Papa Pio VII e regista.  Milena Porzio ha allietato con la sua bella voce gli intervalli dei cambi scena con belle canzoni della musica popolare romana. Un invito alla fratellanza ed alla solidarietà è stato il saluto caloroso e appassionato del regista Luigi Barba.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti