Puzza nauseabonda dal Depuratore Acea Roma Est

Affligge gli abitanti da Colli Aniene fino a Casal Bruciato
di F. Acerbetti - 26 luglio 2009

Foto: 1- Depuratore Roma Est nel 1989; 2- nel 1992 tra il Depuratore e le case di Colli Aniene iniziano i lavori per realizzare una fascia con alberi e verde che sarà inaugurata nel 1996

Una puzza acre ed insopportabile si è diffusa per diverse notti consecutive da Colli Aniene, propagandosi su Via Tiburtina almeno fino al quartiere di Casal Bruciato. Non bastava il forte disagio causato dal gigantesco incendio sviluppatosi nell’autodemolizione di Pietralata: a questo è seguito quello dei miasmi originati dal cattivo funzionamento del depuratore dell’ACEA “Roma Est”, sito in Via degli Alberini, che per anni ha fatto parlare di sé.

Se ne accorsero con angosciosa sorpresa negli anni settanta, coloro che si trasferirono nel nuovo quartiere di Colli Aniene: da quell’impianto proveniva, oltre al rumore ininterrotto, giorno e notte, intervallato da suono di sirene, soprattutto una puzza indescrivibile.

Il loro sogno di una casa confortevole subì proprio un brutto risveglio quando presero coscienza che nelle vicinanze dei loro fabbricati si annidava un grosso problema. Si trattava del depuratore ACEA che fino dalla sua entrata in funzione negli anni precedenti, aveva fatto scoppiare le risentite proteste degli abitanti di Ponte Mammolo e dintorni.

A testimonianza di ciò, una scritta a caratteri cubitali giganteggiava su un muro, ora scomparso, che fiancheggiava la Tiburtina, all’angolo di Via Grotte di Gregna, che diceva: “Il depuratore Roma Est deve funzionare!”

Numerose furono le rimostranze e allorquando giunsero al culmine con un sit-in davanti i cancelli della fastidiosa struttura, si arrivò – non senza tribolazione – alle rassicurazioni ed a qualche provvedimento con l’erogazione di qualche miliardo dell’epoca; il rumore si attenuò, come si attenuò anche il lezzo, ma questi non cessarono mai del tutto.

La gente però è paziente, nel senso proprio della parola: patisce cioè, ed alla fine preferisce tacere; per pura rassegnazione.

Infatti, benché siano passati tanti anni e tanti lavori di amplimento siano stati portati a termine, tutte le notti o quasi, ad una cert’ora, da Ponte Mammolo, a seconda del vento, il fetore ha continuato ad espandersi dintorno rendendo l’aria irrespirabile.

Questo, se d’inverno è un accidente poco sentito perché rimediabile con la chiusura di porte e finestre, d’estate non può che procurare disagio e talvolta autentica sofferenza.

Ora il fenomeno si è riproposto e fortemente come agli inizi, reso ancora più insopportabile a causa di vari fattori concomitanti, come l’incendio dell’autodemolizione di Pietralata e la grande calura che incombe sulla nostra città.

Si confida che l’Acea, il Comune, l’Asl Rmb e il V municipio si adoperino per accertare i fatti e per tutelare la salubrità e la qualità dell’aria che i cittadini respirano?

Ultimi articoli nella categoria Ambiente

Commenti

  1. Rodi

    il 9 giugno 2011 si è svolta l'assemblea di quartiere alla quale hanno partecipato una buona parte dei cittadini di colli aniene, soprattutto della zona che costeggia il depuratore. alla riunione era presente anche la rappresentante dell'assessorato ai lavori pubblici che ha assicurato che entro il 22 giugno sarebbero stati portati a compimento, da parte di ACEA, dei provvedimenti che avrebbero eliminato i cattivi odori. oggi 27 giugno la situazione non è cambiata e siamo ancora costretti a tenere chiuse le finestre delle nostre abitazioni.

  2. mexxx

    Grazie all'assessore Fabrizio Ghera si sta trovando un accordo pe porre fine a questo disagio che i cittadini lamentano da anni e inascoltato dal sempre Presidente del Municipio che scarica la colpa sempre sull'attuale amministrazione capitolina

  3. Luisa

    a Colli Aniene non c'è giorno che non arrivi questa puzza orrenda! specialmente quando piove, subito dopo l'aria diventa irrespirabile. Al mio palazzo l'amministratore ha messo un avviso per una riunione di quartiere ed eventuale manifestazione. Rompete le scatole ai vostri amministratori, e muoviamoci tutti insieme. Io mi sono rotta le ***** di vivere in un quartiere-latrina!

  4. Mario

    Ci risiamo, ogni sera il depuratore colpisce. Mi chiedo se è proprio necessario che debba funzionare in questo modo.

  5. Giuseppe

    La puzza a Colli Aniene è sempre più insopportabile; Il depuratore ci stà avvelenando da molti anni; Se amministrare è un servizio svolto da personale specializzato, giustamente pagato dalla collettività, la gravità di questa prolungata inefficienza non dovrebbe rimanere nascosta agli occhi di tutti noi e andrebbero presi provvedimenti seri: Ma se tutto ristagna, il miasma ci copre è perchè il privilegio politico è interessato a non muovere le acque per interessi personali e per perpetuare l'altro grande privilegio che si chiama: proprio tornaconto economico.

  6. Rodi

    Sono passati ben nove mesi dal mio primo post...oggi ho scritto al Presidente del V municipio, spero di avere aggiornamenti a breve...

  7. Rodi

    Oggi doppia razione.....per colazione e per pranzo...e quest'ultima vi giuro da morireeeee

  8. Mario

    una organizzazione cittadina che si nasconde ai cittadini e poi eventualmente accreditarsi (a quale titolo e per quali fini?)in qualche consesso pubblico, andrebbe pubblicamente denunciata.

  9. Rodi

    ed anche questa mattina....Maschera antigas e finestre chiuse....Possiamo vivere così???? per quanto riguarda il comitato di quartiere, so che esiste, ma non so nè dove hanno la sede nè conosco un indirizzo o un numero di telefono al quale rivolgersi...

  10. Claudio

    ....e in relazione alla mail di "Rodi"... Ho avuto la tua stessa sfortuna nell'accostarmi a quel camion puzzolente che ha girato su via togliatti direzione autostrade.La stessa identica puzza da voltastomaco c'era la sera prima in tutta Via Balabanoff ,dove abito,e non si poteva stare !!Probabilmente avevano accumulato dei liquami perche' poi venissero rimossi(appunto la mattina dopo come abbiamo constatato) e fregandosene che nel frattempo gli abitanti patiscono e non fanno nulla!Non credo sia prassi,ma la noncuranza ed il menefreghismo dei preposti , tanto stiamo in italia.

  11. Claudio

    VERITA' SUL PARCO ACEA DI VIA ALBERINI !! Chiunque ha qualche info sul parchetto acea le tiri fuori..le condivida e mettiamole insieme perche' venga reso utile se "tecnicamente" possibile! La puzza del depuratore è solo fastidiosa o pericolosa per la salute ? -SE- pericolosa , chi scavalca per fruire del parco e magari ci fa sport a polmoni aperti che rischia , e chi abita i palazzi di Via balabanoff ? -SE- mi sbaglio e lo spero : pet therapy - orti didattici per le scuole -area cani , aree attrezzate barbecue , alberi e corsi di arrampicata per bimbi...visto che da primavera a ottobre a 50 mt dal parco c'e la ressa , addirittura montano i gazebi , perche' nn creare servizi per la quale?

  12. Mario

    Un'altra mattinata da incubo. Ma c'è qualcuno a cui potersi rivolgere? Esiste a Colli Aniene un comitato di quartiere? Sono da poco in pensione ed ho pensato che occuparmi un po' del mio quartiere potesse essere utile. Se qualcuno sa qualcosa o sta facendo qualcosa sarebbe opportuno renderlo pubblico.

  13. Rodi

    Questa mattina ho avuto la sfortuna di capitare dietro un camion appena uscito dallo stabilimento. Non esagero se vi dico che stavo svenendo per la PUZZA, ma che trasportano???? Oltre all'atroce odore che ti obbliga a restare in apnea, non c'è il pericolo di ripercussioni sulla salute???

  14. Mario

    ogni mattina apri le finestre ed inspiri un pò di aria nauseabonda del depuratore. Ma perchè questa puzza? E' come se tutti i cessi di Roma fossero a cielo aperto e usati contemporaneamente. Al depuratore "Città di Verona" avevano un problema analogo e dopo una lunga protesta e vari interventi sono riusciti a trovare la soluzione. Perchè a Roma è tutto così difficile. Perchè non si fa tesoro delle esperienze altrui? Stiamo parlando di altre zone del nostro stesso paese.

  15. Vittorio

    Sono passati 8 (otto mesi) circa dall'uscita dell'articolo. Osservo i commenti: solo uno da Colli Aniene! Eppure la puzza c'è sempre, anzi si sente anche di più, anche di giorno e forte. A Colli Aniene se ne riparlerà solo d'estate ed inutilmente perché i politici sanno che la gente è abituata ad abbozzare e subire prepotenze di ogni genere.

  16. Rodi

    A distanza di 2 mesi dal mio primo messaggio, sono a testimoniare che la situazione non è cambiata.

  17. Rodi

    vivo a Colli Aniene e vi lascio immaginare il forte odore che siamo costretti a sopportare quotidianamente dall'inizio dell'estate 2009 fino ad oggi. Fino a qualche anno fa lo "sgradevole odore" entrava nelle nostre case solo una volta a settimana, ma ora la situazione è INACCETTABILE. é possibile che non si possa far nulla?

  18. LunaCielo

    Abito anch'io a Casal Monastero e sono anni che il fetore invade il quartiere e oltre. La Centrale del Latte sembra essere la principale accusata, ma io ho sempre pensato ai Depuratori di Via S. Alessandro/Via Curniculum che esalano più o meno gli stessi fetori, poiché a sentirli il pensiero corre subito alle fogne, ai liquami, ad un'immensa latrina sottoterra che costantemente emana puzza solo che c'è l'abititudine a sentirla e solo con il vento si acuisce l'olfatto, o in estate! A mio parere è la mancanza di controllo e manutenzione a provocare tutto questo, fermo restando che concedere autorizzazioni a cementificare case e scuole e uffici e quant'altro vicino o sopra ai depuratori mi pare una cosa dell'altro mondo

  19. Massimo

    Vivo a Casalmonastero e non riesco a capire perché tutte le sere dalle 22 alle 24 circa vi assicuro che la puzza che si respira in queste torride e afose giornate e qualcosa di allucinante non si possono chiudere le finestre per non morire di caldo allora si preferisce lasciarle aperte e morire con la puzza. Penso alle persone anziane ed ai malati a sopportare oltre gli acciacchi dell'età il caldo e la micidiale puzza. Se doveste far tardi per la cena mangiate tappandovi il naso con una molletta per panni. A proposito, i panni, questi nostri abiti indifesi che ritirandoli la mattina scopri che forse ti hanno rifilato un ammorbidente di "m...a"???. Ma pensandoci sarà solo il depuratore incriminato o c'é anche lo zampino della centrale del latte visto che è sempre la sera tardi che la puzza appesta l'aria? La beffa più grande e che non ho neanche il piacere di gustarlo questo latte visto che detta centrale nonostante sia a pochi centinaia di metri non distribuisce nel mio quartiere...haimé che puzza....che dio o qualcuno ci aiuti.

Scrivi un commento

  • Name (obbligatorio)
  • Mail (obbligatorio) (will not be published)
  • Sito Web