“PresenzeAssenze” di Giulia Beranzoni vince la I edizione di “È meglio scrivere… (racconti)”

Il Presidente del V Boccuzzi ha premiato i tre racconti finalisti presso la sede dell'ICS. Le opere sono state interpretate da attori teatrali durante la cerimonia
Gianluigi Polcaro - 19 giugno 2017

Si è svolta la cerimonia di premiazione della I edizione del premio letterario “È meglio scrivere… (racconti)”, patrocinato dal Municipio Roma 5 e organizzato dall’Istituto per la Cultura e il Sociale. Primo classificato il racconto “PresenzeAssenze” di Giulia Beranzoni che è stata premiata dal presidente del V municipio Giovanni Boccuzzi con  la targa celebrativa e un buono libri di 150 euro. Secondo classificato “Da dentro” di Giancarla Amato e terzo “La città elementare” di Roberto Bonaldo, rispettivamente premiati con targa e buoni di 100 e 50 euro.

Nei locali dell’associazione, di fronte a un nutrito pubblico, sono stati interpretati e messi in scena da attori teatrali i tre racconti finalisti e letti alcuni brani di opere partecipanti al concorso ritenute meritevoli.

Il Presidente Boccuzzi  nel suo intervento ha ringraziato i partecipanti ricordando che sarà sua intenzione indire un premio letterario interamente organizzato dal Municipio, “visto il seguito e l’interesse per la cultura e la lettura che il nostro territorio ha sempre manifestato”, inoltre ha ringraziato l’ICS e omaggiato l’associazione per i dieci anni che festeggia per le sue attività sul territorio del “nostro municipio”.

Boccuzzi ha ricordato i prossimi eventi culturali del 21 e 22 giugno, ossia la festa della musica, che nel V municipio si terrà presso Villa Gordiani, e il 22 inaugurazione dei reparti audio e video alla casa della cultura di Villa De Sanctis a cui potrebbe intervenire la sindaca Virginia Raggi.

Riguardo ai racconti, i tre finalisti e quelli ritenuti meritevoli verranno pubblicati per intero sul sito dell’ICS (vedi www.ics.roma.it) e l’associazione si adopererà per pubblicare in cartaceo in un’antologia i migliori segnalati dalla giuria.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti