Bloccata la manutenzione del verde e della potatura degli alberi nel Municipio Roma V

Il servizio sospeso per via della mancata revisione dei mezzi dell'Ufficio Giardini
di Alessandro Moriconi - 6 novembre 2013
Giulia Pietroletti

Giulia Pietroletti

Per una grave negligenza dei responsabili dell’ufficio giardini municipale è stata di fatto sospesa tutta l’attività riguardante la manutenzione delle aree a verde ed in particolare della potatura degli alberi.
A darne comunicazione l’assessore all’Ambiente del Municipio Roma V Giulia Pietroletti.

La motivazione è banale e per questo molto grave. Non sono infatti stati revisionati alla scadenza di legge i mezzi di lavoro del servizio, come camion e trattori, una circostanza che di fatto ha annullato tutti gli impegni in calendario riguardante il taglio dell’erba nelle aree verdi e la potatura delle alberature.

DSC03405Una sospensione delle prestazioni che farà crescere ancora più alta la Malva Sylvestris che circonda il parco Sangalli in via dell’Acquedotto Alessandrino; non eliminerà i pericoli dovuti ad alberature secche o malate in via Vincenzo Cesati o i rami dei Ligustri in via Tor de Schiavi, che ormai indisturbati sono arrivati ben oltre il terzo piano dei palazzi, fin dentro gli appartamenti dei residenti e annullano di fatto la luce dei lampioni nelle ore serali.

DSC03510

Nel breve comunicato dell’Assessore Pietroletti non c’è però nessun cenno sull’eventuale addebito di responsabilità da parte dell’amministrazione.

Sicuramente la causa va ricercata nel fatto che a tutt’oggi la competenza non è stata decentrata ed è unicamente il Dipartimento X ad interagire con gli Uffici Giardini Municipali, tanto che le richieste di potature o servizi vari devono essere inoltrate al Direttore del Servizio che provvederà con inutili e leziosi passaggi burocratici ad inoltrarli sul territorio per la fase esecutiva delle lavorazioni. Giace di fatto ancora nei cassetti il nuovo regolamento del verde nel quale la precedente Giunta Comunale ha previsto un nuovo regolamento e il decentramento di molte funzioni verso i Municipi.

DSC03528Recentemente il Servizio Giardini Municipale è balzato alla cronaca per aver criticato pesantemente i volontari del CdQ Torpignattara rei, secondo il responsabile Sig. Angelo Panetta, di aver strappato al degrado e all’incuria l’aiuola di piazza della Marranella, letteralmente coperta da siringhe, bottiglie ed escrementi e aver messo a dimora piante esotiche e non autoctone.

Ci aspettiamo adesso che qualcuno paghi per una dimenticanza grave che ha portato ad una interruzione del servizio e che nel nostro bel paese potrebbe anche significare un bel appaltino per qualche azienda privata che opera nel settore della manutenzione del verde. Può sembrare incredibile, ma è già accaduto!


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti