Felice Lattanzi ha terminato la sua corsa

Aldo Zaino - 20 luglio 2017

Mercoledì 19 luglio 2017, presso la chiesa di Santa Maria Consolatrice a Casalbertone, si sono svolte le esequie di Felice Lattanzi, scomparso la mattina di lunedi 17 luglio presso il  Policlinico Umberto I di Roma dove era ricoverato.

La chiesa era gremita per manifestare l’ultimo saluto a Felice e per esprimere il proprio cordoglio ai suoi famigliari: la signora Milena e i suoi due figli Alessandro e Claudio.

Stupito di tanta partecipazione il Vice Parroco Don James Conway prima di iniziare la Santa Messa si è espresso in questo modo: mi sembra il giorno di Natale nel vedere tanta gente in Chiesa, da ciò posso immaginare solo vagamente che persona sia stata Felice.

Infatti, Felice è stato una persona speciale, un grande uomo ma anche un grande sportivo, amato e stimato non solo dai ragazzi e dalle ragazze del suo Gruppo Sportivo, ma anche dagli altri podisti e da personaggi del mondo dello sport ad alto livello.

Lattanzi è stato il mitico Presidente dei uno più numerosi e importanti gruppi sportivi del V municipio di Roma Capitale il “Gruppo Sportivo Podistica Preneste” costituito nel 1985 al fine di incoraggiare la pratica dello sport, inteso come mezzo di formazione culturale e psicologica, per una migliore utilizzazione del tempo libero e per la riscoperta della natura e dei suoi valori. Il Gruppo opera prioritariamente nell’ambito dei quartieri adiacenti alla Villa dei Gordiani, ritrovo per allenamenti di gran parte degli atleti e per la frequentazione della sede sociale.

Questi i principi che Felice ha perseguito da Presidente, nei lunghi anni del suo incarico, ponendosi come esempio di competitività e lealtà sportiva per i suoi ragazzi/e svolgendo non solo le mansioni che gli competevano come incarico sociale, ma in tutte le manifestazioni, sportive e non. Grazie alle sue esperienze di vita e di sport è riuscito sempre a trasmettere ai suoi ragazzi il calore umano come un padre, fratello, amico, allenatore, I suoi suggerimenti sono stati importanti per molti atleti che hanno, così, migliorato le loro prestazioni atletiche.

Molti atleti quotati di oggi hanno corso al fianco di Felice, e questo ha fatto sì che, una volta trasferiti in un altro G.S. o società sportiva, hanno fatto conoscere la personalità di Felice anche agli alti ranghi dello sport. Per dirla in parole semplici per identificarlo era sufficiente pronunciare il nome “Felice” senza cognome o altre denominazioni.

Felice è stato sempre disponibile per la sua presenza in tutte le gare per sostenere i suoi ragazzi indipendentemente se fosse in condizione di partecipare egli stesso alla gara. La sua semplice presenza infondeva coraggio e sostegno ai suoi ragazzi pronti a partire per la gara.

Per tutto questo il Presidente Felice resterà per sempre nel cuore di tantissime persone in modo particolare degli atleti che hanno usufruito dei suoi consigli, convinti che nelle prossime gare Felice starà spiritualmente nei paraggi dell’arco di partenza per infondere ai suoi ragazzi l’energia sufficiente a portare avanti i colori sociali della Podistica Preneste.

Il pensiero di chi ha fede è quello di sapere con certezza che i nostri cari non muoiono, ma vivranno in eterno nel regno dei Cieli. Il nostro caro Felice ha semplicemente superato il traguardo ed è in attesa del suo premio. Per lui vale ciò che  San Paolo dice nella Lettera a Timoteo: “Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la mia corsa, ho conservato la fede. 
Ora mi resta solo la corona di giustizia che il Signore, giusto giudice, mi consegnerà in quel giorno; e non solo a me, ma anche a tutti coloro che attendono con amore la sua manifestazione“.

Ciao, Felice, nostro Presidente


Commenti

  Commenti: 1

  1. VALERI LUCIANO


    Un grande sportivo ma soprattutto un grande uomo sempre pronto a dare consigli, ci mancherà.

Commenti