Due giornate più una per Achille Serrao

Giovedì 19 ottobre ore 17-19 alla Biblioteca Gianni Rodari a Tor Tre Teste, venerdì 20 ottobre dalle ore 18.00 all’Atelier Centodue a Torpignattara. E domenica 22 “Cinema Napoli” e “Lo cunto de li cunti”
Redazione - 7 ottobre 2017

Saranno due (più una) le giornate dedicate quest’anno ad Achille Serrao (1936-2012) nella ricorrenza delle date della scomparsa (il 19 ottobre) e della nascita (20 ottobre) del grande poeta.

Giovedì 19 ottobre 2017 ore 17-19, presso la Sala “Achille Serrao” della Biblioteca Gianni Rodari in via Francesco Tovaglieri 237/a, a Tor Tre Teste, il prof. Mario Melis terrà una conferenza sul tema: “Achille Serrao e Ferdinando Falco: due poeti di Periferie”.

Interverranno Manuel Cohen e Vincenzo Luciani

Serena Damiani e Marco Tullio Dentale (nelle foto) leggeranno testi di Achille Serrao

Le Cantastorie

Partecipazione di “Le Cantastorie” (laboratorio di narrazione e teatro diretto da Serena Damiani) con Marisa Basilici, Mirella Basilici, Rosa Bucchieri, Lucilla Carboni, Carmela Ciampi, Gemma Damiani, Carla Montesano.

Brani musicali a cura del “Coro & Memoria”, gruppo corale costituito per l’occasione dagli amici e diretto da Paula Gallardo. per ricordare gli spettacoli “E mo’ comme ‘na vota” e “Ce risemo” realizzati insieme al poeta Achille Serrao.

Roxana Ene e Franco Pietropaoli

Venerdì 20 ottobre dalle ore 18.00 presso Atelier Centodue, via Laparelli 100, a Torpignattara, a cura del Centro Studi Achille Serrao si terrà un reading dal titolo “Per Achille”. Protagonisti poeti amici che leggeranno loro testi editi ed inediti.

Brani musicali di Roxana Ene, con accompagnamento alla chitarra di Franco Pietropaoli

In conclusione: aperitivo con diversi ospiti.

Domenica 22 ottobre ore 17.30 all’Atelier Centodue, via Laparelli 100, a cura del Centro Studi Achille Serrao: “Cinema-Napoli” Visione di alcuni frammenti tratti da “La Gatta Cenerentola” di R. De Simone. Infine a cura di Maria Luisa Incollingo, presentazione, dibattito, commenti su “Lo cunto de li cunti overo lo trattenemiento de peccerille” raccolta di 50 fiabe in lingua napoletana scritte da Giambattista Basile, edite fra il 1634 e il 1636 a Napoli. L’opera, nota anche col titolo di Pentamerone, è costituita da 50 fiabe, raccontate da 10 novellatrici in 5 giorni.

ACHILLE SERRAO (Roma 1936-2012), poeta, scrittore e critico, è stato direttore fino al 2012 della rivista “Periferie” e del Centro di Documentazione della poesia dialettale “Vincenzo Scarpellino”.

Ha pubblicato i libri di poesia in lingua: Coordinata Polare, 1968; Destinato alla giostra, 1974; Lista d’attesa, 1979; L’altrove il senso, 1987.

In dialetto campano di Caivano ha pubblicato: Mal’aria (1990), ’O ssupierchio (1993), ’A canniatura (1993), Cecatèlla (1995), Semmènta vèrde (1996), Cantalèsia (1999), Disperse (2008).

Ha inoltre pubblicato libri di narrativa e saggistica: Sacro e profano (1976), Scene dei guasti (1978), Cammeo (1981), Cartigli (1989), Retropalco (1995) e di saggistica (su Luzi e Caproni), Via Terra. Antologia della poesia Dialettale(1992), Presunto inverno. Poesia dialettale e dintorni degli anni novanta (1999), Il pane e la rosa. Antologia della poesia napoletana dal 1500 al 2000 (2005), Poeti di Periferie (2009).

Una raccolta degli scritti critici sulle sue opere, con cronologia della vita e delle opere e bibliografia completa dei testi e della critica è in Achille Serrao, poeta e narratore, a cura di Cosma Siani (Ed. Cofine 2004).

Commissionati da Serrao (e pubblicati post mortem) sono i libri: Percorsi nella poesia di Achile Serrao, a cura di Luca Benassi, ed puntoacapo, 2013 e La soglia/ El umbral / The Threshold, Roma, Cofine 2013. Nel 2013, ancora per Cofine è apparso il volume in memoriam Per Achille Serrao, a cura di Vincenzo Luciani con testi dedicati a Serrao di amici poeti e critici.

Segnaliamo infine la costituzione del Centro studi Achille Serrao (www.achilleserrao.it/il-centro-studi.html).

 


Commenti

  Commenti: 1


  1. Interessante

Commenti