Comitato cittadini Stazione Tiburtina: “la sopraelevata sarà abbattuta, non rientri dalla finestra ciò che è uscito a pedate dalla porta”

Redazione - 15 aprile 2017

Dopo il Comunicato Stampa del Presidente della Commissione Trasporti Enrico Stefano di giovedì 13 aprile 2017 in cui lo stesso definiva “eventuale” l’abbattimento della sopraelevata antistante la Stazione Tiburtina il Comitato Cittadini Stazione Tiburtina ha diffuso il comunicato che pubblichiamo integralmente.

“La Giunta Raggi si è impegnata in sede di approvazione di bilancio a rifinanziare il progetto di abbattimento della sopraelevata che la città aspetta da anni. Enrico Stefano eviti di far rientrare dalla finestra il progetto degli orti urbani che è uscito più volte a pedate dalla porta principale. La qualità dell’aria nei pressi della Stazione Tiburtina è pessima e la sopraelevata è dimora di ogni tipologia di persona problematica: ubriaconi, rom, tossici, parcheggiatori abusivi e chi più ne ha più ne metta. Il tutto di fronte la Stazione più trafficata di Roma. Il Movimento 5 stelle che amministra Roma dia prova di maturità e rispetti gli accordi presi. Il progetto esecutivo per l’abbattimento della sopraelevata sta per essere ultimato proprio in questi giorni dal Dipartimento competente per far partire il bando di gara per l’assegnazione dei lavori. L’abbattimento non può essere definito ‘eventuale’. Se il Sig. Enrico Stefano con la sua commissione comunale vogliono tentare una difesa last minute del degrado della zona sappiano che come cittadini non potremo accettare compromessi. Queste pericolose dichiarazioni ci costringono nuovamente a scendere in piazza, organizzeremo anche un’assemblea cittadina a cui inviteremo lo stesso Enrico Stefano per fargli toccare con mano ciò che siamo costretti a sopportare quotidianamente anche grazie alle scelte dell’attuale giunta comunale che ha scelleratamente disposto l’apertura di un centro migranti alla Stazione Tiburtina in aggiunta a tutti i problemi che già abbiamo”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti