Cervelletta, occasione mancata da parte del Municipio IV per far pace con i cittadini

Mercoledì 10 maggio una bella manifestazione volta a valorizzare e salvare il Casale
da Rita Mattei Riceviamo e pubblichiamo - 12 maggio 2017

A testimonianza delle buone prassi e delle risorse delle periferie, si è svolta mercoledì 10 maggio, dalle ore 9,30 alle 12,00, una bella manifestazione volta a valorizzare e salvare il Casale della Cervelletta nell’ambito del progetto Adotta un Monumento, iniziativa nata dalle studentesse e dagli studenti dell’Istituto Tecnico per il Turismo Livia Bottardi di Via F. Petiti 97 a metà strada tra Tor Sapienza e la Rustica.

Casale della Cervelletta

E’ presente di buon mattino davanti all’Istituto Il prof. Nicola Marcucci, attivo dal 1958 nel territorio a livello culturale e sociale , attualmente Presidente onorario dell’Associazione Culturale Michele Testa e membro del Coordinamento di Associazioni e cittadini Uniti per la Cervelletta. Viene subito accolto dal Dirigente Scolastico Dott. Prof. D’Elia, da insegnanti e studenti che gli mostrano una bella immagine in ceramica dello storico monumento come prodotto del laboratorio in cui sono attivi i diversamente abili della scuola.
Lo troviamo poi a colloquio con la professoressa Laura Falasca coordinatrice del progetto in continuità con il Prof. Domenico Pietrangeli da tutti conosciuto come “Mimmo Cervelletta” che in passato è stato un insegnante dell’ITT Livia Bottardi unendo a ciò un appassionato impegno per la salvezza del complesso storico monumentale della Cervelletta.
Presente alla manifestazione anche il Dott. Antonio Viccaro, eccezionale animatore e organizzatore del Coordinamento Uniti per la Cervelletta.
Intanto un folto gruppo di studenti con la pettorina rosa e il volantino dell’iniziativa si prepara a raggiungere in bicicletta il monumento.

Alle 9,30 il Prof. Marcello Teodonio spiega agli studenti e al pubblico presente la bonifica della zona, anche attraverso il ricordo di tanti conosciuti e sconosciuti eroi che hanno lottato per debellare la malaria.
Il Dirigente Scolastico Dott. Prof. D’Elia spiega il valore culturale, storico e innovativo dell’iniziativa “Adotta un Monumento”, intesa come riscoperta e valorizzazione dei beni artistici nell’ambito di un loro recupero e inserimento nei circuiti turistici in modo tale da dare un futuro agli studenti della scuola.

Alle 11,00 tutti davanti al monumento storico immerso in un un’oasi naturale.
Sono presenti quanti hanno a cuore la sua salvezza e il suo restauro: Carlo Gori e Diana Rosca Presidente e Vicepresidente del Centro Culturale IV Municipio Giorgio Morandi, Roberto Torre (e consorte) Presidente del Comitato di quartiere Tor Sapienza, il Dott. Maurizio Catroppa (e signora), noto a tutti come instancabile animatore e organizzatore nel campo della tutela ambientale del territorio di Roma Est. Tutti guardano il monumento e la bellezza della vegetazione che lo circonda, tutti presenti con il medesimo scopo: la Cervelletta, un bene da salvare.

Presenti anche rappresentanti delle Associazioni La Rete Tiburtina e l’Associazione per l’Aniene Onlus. Fa da cicerone nel piazzale antistante il Casale Domenico Pietrangeli che ripercorre per filo e per segno la storia antica e recente del monumento esprimendo il rammarico di un reiterato costante atteggiamento di  noncuranza da parte delle istituzioni nella salvaguardia e destino di un importante bene comune che vanno condivisi tra istituzioni, associazioni e cittadini tutti.

In conclusione, ci sono tutti quelli che amano il territorio, mancano però le Istituzioni che si fanno scudo della legalità. A tutti loro vorremmo ricordare che essa dovrebbe servire per la fluidità delle iniziative senza arenarle nelle pastoie della burocrazia.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti