Casilina calcio (I cat.), Tafuri: «Bel successo col Monteporzio, contento per il ritorno con gol»

Redazione - 10 gennaio 2017

La prima squadra del Casilina prova a rimettersi da un 2016 molto complicato.

Dopo l’amarissima retrocessione dalla Promozione (giocata sotto il nome di Libertas Casilina), il club del presidente Umberto Coratti è ripartita dalla Prima categoria dove ci si aspettava un rendimento più costante.

I ragazzi di mister Damiano Casarola, comunque, sono ripartiti di slancio nel 2017 e hanno sconfitto l’Atletico Monteporzio con un netto 4-0 nella prima gara ufficiale del nuovo anno.

A bersaglio uno scatenato Mario Scafati (il super acquisto di dicembre del club capitolino), autore di una doppietta, poi sono arrivati i sigilli di Marco Iacorossi e Francesco Tafuri. Anche quest’ultimo è arrivato, o per meglio dire tornato al Casilina, nella finestra di dicembre dopo una breve parentesi alla Tivoli.

«Sono contento di essere di nuovo qui – dice Tafuri – Alla Tivoli ho avuto poco spazio e assieme alla società abbiamo deciso di provare a cercare un’altra soluzione. Ne ho parlato con mister Casarola e il mio ritorno al Casilina si è così concretizzato. Mi ha fatto piacere aver trovato il gol alla mia prima gara da titolare (Tafuri aveva giocato uno spezzone nel match pre-sosta contro lo Scalambra Serrone, ndr) e poi è sicuramente più facile giocare affianco ad un grande attaccante come Scafati».

Per quanto riguarda la sfida con l’Atletico Monteporzio, l’analisi di Tafuri è abbastanza semplice. «Abbiamo già chiuso la partita nel primo tempo, realizzando le quattro reti e rimanendo anche in superiorità numerica a causa dell’espulsione di un giocatore ospite. Nella ripresa abbiamo solo badato a gestire il risultato senza grandi problemi».

Nel prossimo turno il Casilina avrà una bella prova di maturità da superare. «Giocheremo sul campo del Tor Pignattara e sarà sicuramente una partita dura. Fuori casa in queste categorie non è mai semplice, ma noi dobbiamo cercare di dare continuità al successo di domenica. L’obiettivo di classifica? Bisogna per forza guardare davanti a noi, la rosa è di ottima qualità e deve ambire a una delle prime posizioni. Però non dobbiamo fare proclami, ma solo pensare a fare il maggior numero di punti possibili, poi si vedrà dove saremo arrivati».


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti