“Bimillenario Publius Ovidius Naso – la via dell’esilio” all’Accademia di Romania a Roma

Il 22 maggio alle ore 17, l’inaugurazione della Mostra d’arte grafica in onore del Poeta
Redazione - 19 maggio 2017

Avrà luogo, il 22 maggio alle ore 17, presso l’Accademia di Romania a Roma, in piazza José de San Martin 1, l’inaugurazione della Mostra d’arte grafica in onore di Publio Ovidio Nasone intitolata “Bimillenario Publius Ovidius Naso – la via dell’esilio”.

L’attore e regista Emil Boroghina declamerà  poesie di Ovidio tratte dalle „Tristia” e „Pontiche” con proiezioni dei testi in latino e italiano.organizzata dal Museo d’Arte di Costanza, in collaborazione con l’Istituto Culturale Romeno.

L’evento commemora i 2000 anni dalla morte di Publio Ovidio Nasone, uno dei poeti latini più apprezzati e più letti per i contenuti e per lo stile. Uno tra i maggiori esponenti della letteratura latina morì in Romania a Tomi l’odierna Costanza, nell’anno 17 d. C, dopo un esilio di otto anni, deciso dall’imperatore Augusto; era nato a Sulmona il 20 marzo 43 a.C.

La mostra raccoglie 60 opere di grafica ispirata al grande poeta, realizzate da artisti provenienti dall’Italia, la Grecia, la Bulgaria e la Romania: Lino Alviani, Arturo Faiella e Yoselin Giovani – Italia; Alex Dimitriadis, Xenis Sachinis e Kostis Spanopoulos – Grecia; Peter Lazarov, Yavora Petrova e Bozhidar Tonev – Bulgaria; Loretta Baluta, Marieta Besu, Aurel Bulacu, Zuzu Caratanase, Mircia Dumitrescu, Suzana Fântânariu, Emilia Kiss, Anna – Maria Orban, Lelia Rus Pîrvan, Matei Serban Sandu, Atena Elena Simionescu e Florin Stoiciu – per la Romania.

La mostra presentata in otto città di quattro paesi, seguendo l’itinerario della via dell’esilio che lo stesso Ovidio attraversò, da Roma a Tomi: Sulmona (Sulmo), Roma, Brindisi (Brundisium), Corinto (Koryntos), Nessebar (Mesembria), Balcic (Dionysopolis), Mangalia (Callatis) e Constanta (Tomi). La prima tappa della mostra itinerante è stata a Sulmona, dove il Poeta è nato, che l’ha ospitata nel periodo 15-20 maggio nella Chiesa di San Francesco della Scarpa.

Dopo la presentazione a Roma, presso l’Accademia di Romania, la mostra sarà visitabile a Brindisi, presso il Palazzo Granafei Nervegna, dal 21 al 25 giugno; a seguire, Corinto, presso la Galleria d’Arte; Nessebar – Art Gallery; Balcic – Centro Culturale il “Palazzo”; Mangalia – Casa della Cultura; Constanta – Museo d’Arte di Constanta e “Casinou”.

Publius Ovidius Naso – Constantza-Romania

Le letture di poesia dell’attore romeno Emil Boroghina saranno corredate di proiezioni dei testi in latino e della traduzione italiana.
Emil Boroghina è attore, regista, socio d’onore del Teatro Nazionale “Marin Sorescu” di Craiova, direttore e fondatore del Festival Internazionale “Shakespeare”, in Romania, presidente della Fondazione “Shakespeare”, vicepresidente della Rete Europea dei Festival “Shakespeare”, membro del Senato dell’Unione Teatrale Romena. Dal 1963 al 1988 è stato attore e regista del Teatro Nazionale di Craiova, mentre tra il 1988 e il 2000 è stato Direttore Generale dello stesso teatro. Nel 2000 ha ricevuto l’ “Ordine Nazionale con il Grado di Cavaliere”, uno dei più importanti riconoscimenti conferiti dallo Stato romeno. Sotto la sua direzione il Festival Internazionale “Shakespeare” ha ricevuto dall’Unione Teatrale Romena il “Premio d’eccellenza per la qualità eccezionale dell’edizione 2006”. Nel 1997 il British Council ha conferito a Emil Boroghina il ”Premio per il miglior direttore di teatro della Romania” e, nel 2011, il ”Premio alla carriera per il sostegno e la promozione dei rapporti culturali tra Romania e Regno Unito”.

La Mostra chiuderà i battenti il 4 giugno 2017.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti