Anche i poeti incontrano la Costituzione…

Redazione - 19 giugno 2017

Il centro UPM di Roma, affiliato all’Associazione Nazionale ed Internazionale Un Punto Macrobiotico e la Sezione A.N.P.I. Martiri di Valle Aurelia, invitano alla presentazione del libro “I poeti incontrano la costituzione” (Ediesse 2017) giovedì 22 giugno alle ore 21,30 presso il ristorante Ente Sostenitore UPM, via Umberto Moricca, 100- 102, Roma (Stazione METRO Baldo degli Ubaldi).

Interverranno Valerio Strinati – storico, Roberto Mastrofini, Presidente Fondazione Logos PA e gli autori Carla Guidi, giornalista e Massimo De Simoni, Presidente Ass Etica.

A conclusione della serata, alcuni poeti che hanno partecipato all’antologia, leggeranno le loro rime. Ingresso libero.

La serata prevede la possibilità di una cena a base di prodotti naturali, a partire dalle 19,30 alle 21,30, ad un prezzo agevolato per i soci UPM. Per le prenotazioni tel 351/2646352 – roma1@centroupm.it.

Il libro, con la prefazione dell’onorevole Franco Marini (già segretario generale della Cisl, presidente del Senato, ministro del Lavoro, segretario del Partito popolare italiano e parlamentare europeo) dopo aver celebrato i settant’anni della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo ed aver spento le settanta candeline della Repubblica, vuole essere soprattutto un appello affinché tali premesse costituzionali si concretizzino nella loro carica etica e democratica, soprattutto oggi in questo malessere che affievolisce e sfilaccia il tessuto dei rapporti interpersonali.

Allora la nostra Costituzione la evochiamo nelle quotidiane richieste di tutela dei diritti dei più deboli, degli indifesi, dei portatori di diversità; diversità di pensiero, diversità di sesso, come anche di tipo etnico, religioso, culturale e storico, una Costituzione che affonda le sue radici nella Resistenza e nella lotta di Liberazione. Oggi spetta a tutti noi tenere viva la tensione morale, la forza di volontà, la spinta riformatrice che caratterizzarono il lavoro dei padri costituenti, poiché con la poesia, la creatività, la cultura, si possono recuperare le energie perdute per scongiurare la “profezia” di George Santayana: Coloro che non ricordano il passato sono condannati a ripeterlo.

Il libro può essere acquisito direttamente dalla casa editrice Ediesse on line, oppure in questa occasione, presso il ristorante Ente Sostenitore UPM, via Umberto Moricca, 100- 102, Roma. Il Il centro UPM di Roma, affiliato all’Associazione Nazionale ed Internazionale Un Punto Macrobiotico, fa parte del progetto di Mario Pianesi.

In questi centri infatti, diffusi in molte città italiane, l’ambiente è sereno, tranquillo e salutare, ideato per la diffusione di una alimentazione naturale ed equilibrata che si rifà ad una filosofia del rispetto-amore verso tutti gli esseri viventi ma soprattutto salvaguardando la salute ed il rifiuto di conservanti e sostanze tossiche. Quando circa 32 anni fa, Mario Pianesi fece le prime esperienze significative con la macrobiotica nei confronti di malattie definite incurabili dalla medicina ufficiale, non si limitò a leggere e a praticare i piatti curativi elencati nel libro “Lo Zen Macrobiotico” di Georges Ohsawa, ma approfondì questi principi autonomamente, ottenendo l’autorevole conferma di illustri personalità Scientifiche e delle massime Istituzioni Sanitarie (Ministeri della Sanità, Università, Enti di Ricerca etc.) di 4 continenti, come testimoniato dagli Atti del Convegno “Macrobiotica e Scienza”. I piatti proposti sono principalmente basati sui cereali, verdure di stagione e legumi, prodotti e trasformati senza l’uso di sostante chimiche di sintesi, comprendendo anche alimenti animali come il pesce associato alla protezione delle malattie cardiovascolari.

Alcune informazioni su Mario Pianesi:

http://www.lifemarche.net/la-storia-di-mario-pianesi-e-di-un-punto-macrobiotico-la-rivoluzione-silenziosa-che-dalle-marche-salvera-il-mondo.html 

http://www.lifemarche.net/la-storia-di-mario-pianesi-e-di-un-punto-macrobiotico-la-rivoluzione-silenziosa-che-dalle-marche-salvera-il-mondo-seconda-parte.html

LA COPERTINA DEL LIBRO E’ UNA FOTO DI VALTER SAMBUCINI


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti