Albergo e centro sportivo-benessere in corrispondenza del Casale della Tenuta della Mistica. Richiesta la salvaguardia

Italia Nostra e dal WWF hanno avanzato agli organi competenti la riapposizione dei necessari vincoli di tutela sulle aree non ancora tutelate nel Comprensorio storico-archeologico “Tor Tre Teste, Mistica e Casa Calda”
Comunicato stampa - 8 novembre 2017

Riceviamo e pubblichiamo il testo della lettera inviata dalle associazioni ambientaliste alla Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Roma, al Segretariato Regionale del MIBACT per il Lazio, alla Sindaca del Comune di Roma, al Presidente del Municipio Roma 5

Le scriventi Associazioni sono venute a conoscenza attraverso la stampa locale, ed in particolare il Corriere della Sera della realizzazione di alcune opere nel Comprensorio storico-archeologico “Tor Tre Teste, Mistica e Casa Calda”, consistenti nella realizzazione di un albergo e di un centro sportivo-benessere in corrispondenza del Casale della Tenuta della Mistica. Detto Casale a corte, che costituisce una significativa architettura rurale, registrato come mp 058_2364 e ma 050_0153 nella Tavola 24 374 B del PTPR Lazio del 2015, relativa al rilievo dei vincoli paesistici, di cui si allega un estratto, è tutelato dal vincolo paesistico assieme all’area circostante. IL Casale medesimo e l’area circostante sono altresì tutelati dal vincolo archeologico in base al D.M. 2.2.1990 ed al successivo D.D.R 21.1.2015, relativi alla tutela dell’antico Acquedotto Alessandrino ed aree circostanti, di cui pure si allega una copia.


L’articolo di giornale dà notizia della realizzazione di un centro sportivo e benessere in corrispondenza del casale di cui sopra.

Lo stesso articolo dà altresì notizia della realizzazione di una nuova struttura alberghiera a nordovest del casale in questione, in prossimità della Prenestina bis. Detto albergo, ubicato a breve distanza dal Casale di cui sopra, potrebbe non ricadere in area al momento tutela da vincoli, ma ricade comunque in un paesaggio di continuità naturale riportato nella Tavola 24 374 A del PTPR Lazio del 2015, relativa al rilievo dei sistemi paesaggistici da tutelare, e di cui si allega uno stralcio. In ogni caso il casale e le aree circostanti ricadono in aree classificate dal vigente PRG del Comune di Roma come verde privato attrezzato e verde pubblico.

Il Casale della Tenuta della Mistica e l’area circostante ricade all’interno del Comprensorio storicoarcheologico “Tor Tre Teste, Mistica e Casa Calda”, il quale rappresenta il paesaggio classico dell’Agro romano attraversato dai resti dell’Acquedotto Alessandrino, ma anche caratterizzato da significativi monumenti medievali quali il Torraccio del Rischiaro o il complesso delle Torri di casa Calda, nonché da significative architetture rurali quali appunto il grande casale a corte della Tenuta della Mistica.
L’importanza culturale ed ambientale del Comprensorio è riconosciuta, oltre che dalla classificazione che ne dà la Tavola 24 374 A del PTPR, dal D.M. 5.4.2001 che la tutelò tramite l’apposizione del vincolo paesistico, ma che poi fu annullato da sentenza del TAR Lazio n. 14578 del 10.12.2001 su ricorso del Comune di Roma per mancato rispetto della procedura di emanazione del vincolo medesimo.
Le scriventi Associazioni, mediante l’allegata nota del 18.11.2015, sono già intervenute presso le Istituzioni competenti in materia per sollecitare la salvaguardia di detto Comprensorio attraverso la riapposizione del vincolo paesistico sulle aree che al momento ne risultano essere prive.
Si chiede quindi se le opere riportate nell’articolo del Corriere della Sera sopra indicato abbiano ricevuto tutte le necessarie autorizzazioni relative ai vincoli urbanistici, paesistici e archeologici vigenti.
Si rinnova altresì la richiesta di adottare con sollecitudine i necessari provvedimenti di apposizione del vincolo paesistico sulle aree del del Comprensorio storico-archeologico “Tor Tre Teste, Mistica e Casa Calda”,che oggi ne sono prive, al fine di poterne garantire l’integrità, la salvaguardia e la valorizzazione.

Distinti saluti,
Ebe Giacometti (Presidente consiglio regionale Lazio – Italia Nostra), Mirella Belvisi (Vice Presidente Italia Nostra Roma), Raniero Maggini (Presidente WWF Roma e Area Metropolitana)


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti