Archivio della Categoria 'Associazione inquilini e proprietari'

DOTT.GRASSIA è QUESTA LA TRASPARENZA?

sabato 13 settembre 2014

Atti generali

(Ultima modifica: 06/08/2014 14:17:05)
» Amministrazione trasparente » Disposizioni generali » Atti generali
Norme, regolamenti, atti di rilevanza comunitaria e nazionale
Unione Europea
Stato
Leggi, regolamenti, decreti
Direttive, circolari, linee-guida

Norme, regolamenti, atti di rilevanza regionale e locale
Norme
Regolamenti
Atti di rilevanza regionale e locale
Statuto, regolamenti, direttive e circolari interne
Statuto
Regolamenti
Direttive e circolari interne
Amministrazione trasparente
(Ultima modifica: 11/08/2014 15:08:13)
Questa sezione del sito “amministrazione trasparente” conterrà a breve tutti i dati previsti dalla normativa (decreto legislativo n.33 del 14 marzo 2013), che verranno in seguito costantemente aggiornati. Eventuali dati mancanti potranno essere richiesti con la procedura dell’“accesso civico”, che sarà illustrata nella sezione stessa.
I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo compatibilmente agli scopi per i quali sono stati raccolti e registrati e nel rispetto della normativa sulla privacy.
Disposizioni Generali
Programma per la Trasparenza e l’Integrità
Atti generali
Oneri informativi per cittadini e imprese

Organizzazione
Organi di indirizzo politico – amministrativo
Sanzioni per mancata comunicazione dei dati
Rendiconti gruppi consiliari regionali provinciali
Articolazione degli uffici
Telefono e posta elettronica

Consulenti e collaboratori
Personale
Incarichi amministrativi di vertice
Dirigenti
Posizioni organizzative
Dotazione organica
Personale non a tempo indeterminato
Tassi di assenza

Incarichi conferiti e autorizzati ai dipendenti
Contrattazione collettiva
Contrattazione integrativa
OIV
Bandi di concorso
Performance
Piano della Performance
Relazione sulla Performance
Ammontare complessivo dei premi
Dati relativi ai premi
Benessere organizzativo

Enti controllati
Enti pubblici vigilati

Società partecipate
Enti di diritto privato controllati

Rappresentazione grafica
Attività e procedimenti
Dati aggregati attività amministrativa
Tipologie di procedimento
Monitoraggio tempi procedimentali
Dichiarazioni sostitutive e acquisizione d’ufficio dei dati
Provvedimenti
Provvedimenti organi indirizzo-politico
Provvedimenti dirigenti

Controlli sulle imprese
Bandi di gara e contratti

Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici
Criteri e modalità
Atti di concessione

Bilanci
Bilancio preventivo e consuntivo

Piano degli indicatori e risultati attesi di bilancio

Beni immobili e gestione patrimonio
Patrimonio immobiliare

Canoni di locazione e affitto

Controlli e rilievi sull’amministrazione

Servizi erogati
Carta dei servizi e standard di qualità

Costi contabilizzati

Tempi medi di erogazione dei servizi

Liste di attesa

Pagamenti dell’amministrazione
Indicatore di tempestività dei pagamenti

IBAN e pagamenti informatici

Opere pubbliche

Pianificazione e governo del territorio

Informazioni ambientali

Strutture sanitarie private accreditate

Interventi straordinari e di emergenza

Altri contenuti
Corruzione

Accesso civico

Accessibilità e Catalogo di dati, metadati e banche dati

Dati ulteriori

Ti trovi in: Home amministrazione-trasparente amministrazione-trasparenteTorna su

Ater Roma – P.IVA 00885561001

Lungotevere Tor di Nona, 1 – 00186 ROMA

QUESTO è CIò CHE APPARE SUL SITO DELL’ATER UNA COLOSSARE PRESA IN GIRO, DA PARTE DI CHI INTENDE LA TRASPARENZA UN FATTO INTIMO E NON PUBBLICO.

EVIDENTEMENTE QUESTO DIRIGENTE NON CONOSCE LE Più ELEMENTARI NORME DI TRASPARENZA, C’è UN SITO CHE è SOLO APPARENZA, OVVERO UNA PRESA IN GIRO PER IL CITTADINO CHE NON DEVE SAPERE, QUESTI DIRIGENTI SONO ALLERGICI ALLA TRASPARENZA E ALLA Legalità.

INVITO I CITTADINI AD ANDARLO AVISITARE E SPERO CHE SIANO Più BRAVI DI ME, Perché IO HO PROVATO IN TUTTI I MODI,MA SONO SOLO TITOLI E SE IL CITTADINO VUOLE DOCUMENTARSI GLI è IMPOSSIBILE PERCHé NON SE NE APRE NEMMENO UNO.

MA CIò NON MI MERAVIGLIA CONOSCENDO IL MODO DI LAVORARE DELL’ATTUALE DIRIGENTE CHE SI DEVE OCCUPARE DI ANTICORRUZIONE TRASPARENZA E LEGALITà.

MA QUANDO QUESTA BENEDETTA AZIENDA FINIRà DI PRENDERE IN GIRO I CITTADINI?

QUANDO QUESTA AZIENDA AVRà IL CORAGGIO DI LICENZIARE DIRIGENTI INCAPACI?

QUANDO IN QUESTA AZIENDA TORNERà LA VERA TRASPARENZA, LA LEGALITà E IL RISPETTO DELLE LEGGI?

MI AUGURO CHE IL COMMISSARIO E IL DIRETTORE NON PERDANO QUESTA OCCASIONE, PERCHé IL TEMPO STRINGE E NON VORREI CHE POI FOSSE TROPPO TARDI E CHE DOVRà INTERVENIRE QUALCUN’ALTRO.

non consentiremo tale scempio!!!!!!!

giovedì 11 settembre 2014

Cara Ater di Roma, Caro Comune di Roma,
credo che tra i vostri impegni ci sia anche quello di tutelare le aree che sono sotto vincolo monumentale e di acque pubbliche.

La politica sciocca e insulsa ha affittato anni fa, con molta superficialità tale area ad una cooperativa che la sta trasformando in deposito di immondizia.

Inoltre è stato messo un conteiner da svariati anni dove vivono stabilmente delle famiglie, credo che anche questo sia un abuso, ma se chi commette gli abusi ha santi in paradiso o al consiglio comunale può fare quello che gli pare.

Ora vediamo quanti politici si ergeranno a difesa del patrimonio e dei cittadini.
Premetto chi ha avuto in affitto tale area ha anche occupato abusivamente alcuni appartamenti per se e per la sua famiglia.

Credo che la politica prima di sostenere qualcuno debba prima informarsi bene e aprire bene gli occhi se sono veri politici, però se sono ……….allora le cose vanno in questo modo.

Ma sappiano che i cittadini di Torre Spaccata come hanno unito le loro forze per cacciare il teatro tenda che era abusivo vincendo al TAR e al Consiglio di Stato lo faranno anche contro coloro che stanno distruggendo nuovamente tale area che deve rimanere pubblica, perché NON SI PUO’ VENDERE UN’AREA DOVE SORGE UN TORRE MEDIOEVALE DEL 13^ SECOLO E DOVE C’E’ UN VINCOLO DI ACQUE PUBBLICHE E MONUMENTALE

ATER CONCEDE A ROMA CAPITALE IL RIUSO GRATUITO DEL SOFTWARE PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO

mercoledì 10 settembre 2014

EDILIZIA: ATER CONCEDE A ROMA CAPITALE IL RIUSO GRATUITO DEL SOFTWARE PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO

Posted on 9 settembre 2014 by Diego Amicucci
ater roma

(AGENPARL) – Roma, 09 set – E’ stata firmata oggi una Convenzione tra ATER del comune di Roma e Roma Capitale per il riuso, da parte dell’Amministrazione capitolina, della piattaforma informatica REF2ATER con cui l’Azienda gestisce il proprio patrimonio residenziale pubblico. La Convenzione formalizza un processo avviatosi da alcuni mesi a partire dalla manifestazione di interesse da parte degli Uffici del Dipartimento Patrimonio, Sviluppo e Valorizzazione di Roma Capitale, cui hanno fatto seguito numerosi incontri con dirigenti e tecnici volti a illustrare in dettaglio funzioni e caratteristiche del software ATER. Con questo accordo si riconferma l’eccellenza della piattaforma ATER per la gestione integrata del patrimonio immobiliare che già ha avuto significativi riconoscimenti a livello nazionale. Le buone pratiche del riuso informatico nella Pubblica Amministrazione adottate da ATER Roma, infatti, hanno valso all’Azienda importanti riconoscimenti, quali il “Premio eGovernment: i campioni del Riuso” assegnato dalla SMAU Roma nel Marzo 2014 cui è seguita una “Menzione speciale Patrimonio Best Practice Patrimoni Pubblici” nell’ambito del ForumPA. Già nel novembre 2012 ATER aveva concesso il riuso gratuito del software a favore dell’Azienda Territoriale per la Casa (ATC) della Provincia di Torino e con l’Azienda Casa Emilia Romagna (ACER). “La Convenzione con Roma Capitale è un atto assai significativo per molteplici aspetti” dichiarano Daniel Modigliani, Commissario straordinario e Claudio Rosi, Direttore generale di ATER Roma “Viene, anzitutto, riconosciuto l’alto valore dell’investimento nel settore informatico sostenuto sino ad ora che pone l’Azienda all’avanguardia sul fronte dell’efficienza amministrativa e gestionale e nella capacità di sviluppare e personalizzare un software in grado di gestire un importante patrimonio immobiliare.”. “Inoltre, in tempi di spending review” precisano Modigliani e Rosi “la pratica del riuso gratuito alle altre Amministrazioni è un esempio concreto di efficace collaborazione istituzionale. L’eccellenza riconosciuta ad ATER con la propria piattaforma informatica, inoltre, rende possibile alla Regione Lazio cogliere le opportunità prospettate dalProgramma Quadro europeo per la Ricerca e l’Innovazione Horizon 2020”.

^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*
OTTIMA COSA, MA CARO ROSI E CARO MODIGLIANI OCCORRE ANCHE DARE LE CORRETTE DIRETTIVE AGLI UFFICI, ALTRIMENTI è COME SE CI COMPRIAMO LA fERRARI E NON ABBIAMO LA patente.

OCCORRE RIVEDERE E CORREGGERE TUTTE LE DISPOSIZIONI DATE AGLI UFFICI DAI PRECEDENTI DIRETTORI E DIRIGENTI CHE COME ABBIAMO PIU’ VOLTE DENUNCIATO SONO NON IN RISPETTO DELLE LEGGI VIGENTI, MA IN BASE AL PROPRIO MODO DI PENSARE, IN POCHE PAROLE SI SONO SPESSO SOSTITUITI AL LEGISLATORE, QUESTO E’ UN ATTO URGENTE E NECESSARIO CHE METTERA’ GLI UFFICI IN CONDIZIONI DI LAVORARE CORRETTAMENTE EVITANDO ANCHE TANTI CONTENZIOSI.

PER FORTUNA L’ITALIA STA TENTANDO DI CAMBIARE E COSI’ ANCHE L’ATER CERCA DI STARE AL PASSO DEI TEMPI.

ATER Frosinone incontro del 9 settembre!?!?!?

mercoledì 10 settembre 2014

Ieri ho assistito, perché invitata, all’incontro che si è tenuto alla Regione Lazio con il Commissario dell’Ater di Frosinone, ed è sempre utile assistere in prima persona perché aiuta a capire tante cose.

Innanzitutto la mancata presenza all’incontro con la Regione del Direttore generale dell’Ater di Frosinone dott.Tedesco è al quanto anomala, è pur vero che la Regione ha invitato il Commissario, ma considerato che il direttore è colui che di fatto gestisce l’azienda anche se non ha avuto un invito personale per responsabilità e per rispetto del Commissario avrebbe dovuto essere presente, ma a parte questo equivoco i problemi dell’Ater di Frosinone sono ATAVICI e addossarli tutti all’attuale Commissario non mi sembra onesto.

Purtroppo i problemi delle ATER sono antichi e strutturali, che si sono aggravati ancor di più con la assurda scelta politica fatta dalla gestione STORACE che pur di togliersi dal bilancio regionale il pesante debito delle ATER che andava ad aggravare ancor di più il già grave debito regionale, ma per onestà intellettuale la colpa non è stata solo di Storace, ma di tutti i politici che hanno votato tale proposta.

E’ chiaro che la trasformazione ha pesato ancor di più sulle magre finanze delle ATER, se poi risulterà vero quello che si è detto alla riunione che con la scusa del passaggio da IACP ad Azienda si è giocato al rialzo con le retribuzioni, ma soprattutto sugli assurdi stipendi dei dirigenti, mi dispiace per loro, ma se è così quei soldi presi in più li dovranno restituire.

Ma il problema ATER rimarrebbe comunque, perché il vero problema delle ATER TUTTE è la GESTIONE FALLIMENTARE che hanno tenuto in tutti questi anni, nessuna esclusa.

Ne vogliamo parlare? Penso sia il caso di iniziare a farlo e iniziamo da Frosinone.

Azienda che gestisce circa 7300 alloggi che vanta una morosità di 25milioni di euro, e qui occorre iniziare immediatamente a dire perché si è accumulato tale debito?
Questo debito purtroppo credo sia vecchissimo la maggior parte pertanto è prescritto, perché continuare a tenerlo in bilancio?

I Bilanci delle ATER dovrebbero rispecchiare la verità per cui mettere in bilancio crediti non più esigibili è un falso, tanto per mettersi in pace la coscienza.

Perché l’azienda non applica quello che applicano tutte le aziende ovvero la prescrizione del debito,questo gioverebbe all’azienda perché a fronte del rischio di sfratto per morosità l’assegnatario pagherebbe volentieri gli ultimi 5 anni, perché non viene fatto?
Inoltre sono state applicate tutte le leggi in merito alla morosità? La legge 36/96 e l’ultima sulla transazione, la dirigenza ha controllato la corretta applicazione delle leggi?

Ma è doveroso dire che anche la Regione ha grosse responsabilità sulla gestione delle ATER, in quanto nonostante le nostre pressioni e denunce hanno sempre fatto finta di non vedere e non sentire.
Il fatto stesso che ogni cambio di Presidente della Regione automaticamente cambi anche il Presidente o Commissario delle Ater è un danno perchè essendo una materia così complessa e così disastrata nel corso degli anni cambiare vertice ogni 5 anni è un suicidio, infatti chi ha governato poi queste strutture è stata solo e sempre la dirigenza che si è raggirata sia i C.d.A che i Commissari e Presidenti, con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti.

Risanare queste aziende non sarà facile, ma è ormai DOVEROSO E IMPROCRASTINABILE, per cui TUTTI dobbiamo fare un passo indietro e ragionare nell’interesse collettivo e non del singolo, soprattutto CHIARIRE QUALE FUTURO sia per i DIPENDENTI che per gli ASSEGNATARI.

Questi DIRIGENTI facciano un atto di umiltà e ammettano che se la situazione è così disastrosa una buona parte di responsabilità l’hanno soprattutto loro.

I Sindacati avranno anche loro le loro responsabilità, ma gestire un’azienda che dovrebbe portare i libri in tribunale e dichiarare fallimento non è facile neanche per loro e vorrei dire ai dipendenti e a tutti gli attori di tale situazione che vista la situazione occorre mettere da parte i risentimenti, anche giusti, e ragionare soprattutto con la testa per cercare di salvare il salvabile, altrimenti c’è il rischio di……..

Caro Commissario prenda il toro per le corna e attui i provvedimenti necessari per risanare l’azienda compresa la vendita degli alloggi, in particolare i demaniali che sono stati truffati da Storace,ma che grazie all’Assessore Refrigeri e al Presidente della Commissione Panunzi si è potuta ristabilire la legalità e il diritto, l’assessore ha detto che bisognava vendere quegli alloggi appena è stata approvata la legge , che cosa è stato fatto invece? perché IL PATRIMONIO NON VIENE VENDUTO? perché ESISTONO ANCORA I CONDOMINI MISTI SE LA LEGGE DICE DI CHIUDERE QUESTE SITUAZIONI VENDENDO GLI ALLOGGI?
dI CHI è LA Responsabilità DI TALE LASSISMO E DI TALE MODO DI GESTIRE E VENDERE IL PATRIMONIO?
queste SONO LE RISPOSTE CHE LA DIRIGENZA E LA POLITICA DEVONO DARE, Perché ACCANIRSI SOLO E UNICAMENTE CONTRO I Più DEBOLI è TROPPO FACILE.

Magliocchetti incalza il Presidente Zingaretti (Ater Frosinone)

lunedì 8 settembre 2014

Dipendenti Ater, Magliocchetti incalza il Presidente Zingaretti
Il capogruppo di FI chiede maggiori tutele

Previsto per domani un incontro presso la Regione Lazio su tutte le problematiche dell’Ater di Prosinone non ultima le questioni relative al futuro del personale.

«Il presidente Zingaretti deve farsi interprete delle legittime preoccupazioni dei dipendenti Ater di Frosinone, ancora senza stipendio, e individuare soluzioni rapide per ridare tranquillità ai lavoratori, in particolar modo in un momento di così grave crisi economica per le famiglie e attivare il necessario risanamento dell’ente, che svolge un ruolo importante sul territorio per l’housing sociale».
E’ quanto afferma Danilo Magliocchetti, Capo Gruppo Forza Italia al Comune di Frosinone.

«Sono assolutamente convinto che l’unica strada percorribile sia quella del dialogo e del confronto costruttivo, senza contrapposizioni inutili, che non agevolano il processo di solu¬zione del problema.
1 lavoratori vanno tutelati e salvaguardati, questo deve essere il primo obiettivo di Zingaretti nell’incontro con le parti del prossimo 9 settembre.
Il Presidente, con lucidità, equilibrio ed il buon senso che occorre di fronte a tematiche rilevanti come questa, dovrà trovare, nelle more del bilancio regionale, le risorse economiche necessarie per la continuità dell’Ater, eventualmente eliminando delle sacche di spreco, che certamente ancora esistono, nonostante l’opera meritoria di spending review messa in campo per alcune società regionali.
Non serve a nessuno il rimpallo delle responsabilità e a tutti, commissario straordinario e sindacati, deve essere riconosciuto il rispetto degli importanti ruoli che svolgono.
Tocca alla Regione Lazio individuare i percorsi necessari per la superiore ed imprescindibile tutela dei lavoratori di Frosinone.

*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^

LA PUBBLICITA’ E’ L’ANIMA DEL COMMERCIO, MA A QUANTO VEDO ANCHE DELLA POLITICA.
PERCHE’ E’ APPREZZABILE L’INTERVENTO DEL CAPO GRUPPO DI FORZA ITALIA DEL COMUNE DI FROSINONE, MA MI DOMANDO CHE COSA HA FATTO IN TUTTI QUESTI ANNI FORZA ITALIA DEL COMUNE DI FROSINONE PER EVITARE LE CIRCA 2000 OCCUPAZIONI ABUSIVE?
E’ TROPPO FACILE DIRE ORA A ZINGARETTI TROVA I SOLDI PER SALVARE L’ATER DI FROSINONE, L’ATER DI FROSINONE NON E’ Più SALVABILE, OCCORRE URGENTEMENTE LA LEGGE DI SCIOGLIMENTO DELLE ATER E DI COSTITUZIONE DELLA NUOVA AGENZIA E SOPRATUTTO CACCIARE VIA SUBITO LA CLASSE DIRIGENTE CHE HA CREATO TALE DISASTRO.
PERCHE’ SOLO COSI’ SI POTRA’ RISANARE E TUTELARE SIA I DIPENDENTI CHE GLI ASSEGNATARI ONESTI.

Campidoglio 28 nuove assunzioni E TRA I dirigenti un uomo di Palazzo Chigi

lunedì 8 settembre 2014

Il Caso:
Campidoglio 28 nuove assunzioni E TRA I dirigenti un uomo di Palazzo Chigi

Alla faccia della spending review, del piano di rientro e dei tagli alla spesa che stan¬no compromettendo il livello dei servizi ai cittadini, in Campidoglio si prepara una nuova infornata di dirigenti. Ventotto per l’esattez¬za: autorizzati dalla delibera 15966 che oggi verrà approvata in giunta. Insieme a quella che dispo¬ne il trasferimento di Biagio Costa da palazzo Chigi a palazzo Senato¬rio: un “comando” che all’ammini¬strazione costerà parecchio.
La prima, che ridetermi¬na “la dotazione organica del personale appartenente all’area della diri¬genza di Roma Capitale” in base al fabbisogno della giunta. Marino, stabilisce l’assunzione di 11 vincitori di concorso come risultano dallo scorrimento delle gradua-rne, 9 dirigenti provenienti da altri enti (mobilità inter¬na alle amministrazioni pub-bliche) e 8 esterni a tempo determinato, in aggiunta a quelli finora arruolati negli staff di sindaco e assessori. Tutti con stipendi intorno ai lOOmila euro (di media) ed evidentemente indispensa¬bili, almeno a giudicare dalla clausola finale che testual-mente recita: «La giunta, in considerazione dell’urgenza di provvedere, dichiara all’u-nanimità immediatamente eseguibile la presente deli¬berazione, a norma di legge I primi perciò arriveranno : antro un mese.

Chi invece prenderà servi¬zio subito, a prescindere, e sempre come alto dirigente quale già è ( di seconda fascia alla presidenza del consi¬glio), è Biagio Costa, classe ’66 e un curriculum lungo co¬sì: trasloca da Renzi a Mari¬no, dal palazzo del governo nazionale a quello di Roma, portandosi appresso la sua retribuzione stellare, ben più alta di quella che gli sa¬rebbe spettata in Campido¬glio, il quale ora se ne dovrà fare carico. Un comando che vale tanti soldi. Ma Costa li deve valere tutti se a luglio, pur di averlo, la giunta ha ad¬dirittura modificato il Rego¬lamento sull’ordinamento degli uffici comunali e istitu¬to un’ulteriore direzione al-l’interno del gabinetto del sindaco, dove già Marino aveva fatto lievitare i posti di vice capo. Il nuovo arrivato si occuperà di” attività giuridiche e affari generali”. Che poi è quello che deve fare lìattuale capo di gabinetto:Vincenzo Fucito.Di cui Costa si dice è amico personale.
GIOVANNA VITALE

^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*

L’UOMO DI PALAZZO CHIGI SARA’ STATO INVIATO PERCHE’ NON SI FIDANO DI MARINO E DI NIERI?
VISTI I PRECEDENTI.

Le ultime del Commissario Ater di (FR)

domenica 7 settembre 2014

Cara Annamaria ho letto sul quotidiano Ciociaria oggi un articolo dei sindacati che attaccano a spada tratta l’Ater.

Quello che sconvolge, sono le precisazioni del commissario

“ L’incontro che tra pochi giorni si terrà alla Regione Lazio per discutere la situazione di estrema urgenza dell’Ater di Frosinone rappresenta a mio giudizio l’occasione ideale per valutare ogni criticità dell’Azienda e delineare i necessari percorsi di risanamento.

Se però si vuole che questa discussione porti a risultati condivisi nell’interesse dei dipendenti, ma anche e soprattutto delle migliaia dei nostri utenti, sarà necessario un confronto con serenità.) Una serenità che, stando a quanto affermato in queste ore dalle sigle sindacali sembra mancare- Lo spiega il commissario dell’Ater Antonio Ciotoli, che ammonisce: A nessuno acconsento di mettere in dubbio la mia buona fede.
Affermare che il sottoscritto stia tendando di avvantaggiarsi presso l’opinione pubblica, addossando ogni colpa dell’attuale stato dell’ater ai dipendenti.

Lo trovo profondamente scorretto e del tutto privo di fondamento– prosegue – Va bene il confronto, anche aspro e duro, ma non posso consentire che si metta in dubbio la mia buona fede e la sincera intenzione di dare il mio contributo affinché l’Ater possa risollevarsi e proseguire nella sua insostituibile funzione sociale.

Quello che abbiamo fatto in queste settimane è stato informare i cittadini e gli Utenti che l’Azienda sta facendo per incassare nella misura più alta possibile l’imponente mole di crediti, e lo stiamo facendo con iniziative concrete ( tra cui anche il deciso taglio di incarichi esterni ) non certo con vuoti annunci come si tenta inutilmente di far credere.

Se esistono ritardi nei pagamenti degli stipendi, poi, lo si deve solo a difficoltà di natura tecnica e fisiologica.

Dunque nessuno spot, solo serietà. A differenza di quanto fatto dai sindacati, io non entro nel merito dell’incontro del 9 Settembre, non lo trovo corretto, ne rispettoso verso tutte le parti in causa. Dovranno essere i fatti a parlare.

Da parte mia non posso che auspicare che ogni discussione o trattativa possa essere condotta con la giusta serenità, altrimenti sarà impossibile giungere ad una conclusione per tutti soddisfacente .

*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*
CREDO CHE UN MINIMO DI COMMENTO A TALE DIFESA DEL COMMISSARIO SIA D’OBBLIGO.

MA L’INCONTRO CHE SI TERRà ALLA REGIONE lAZIO IL 9 settembre ,SU RICHIESTA DEI SINDACATI, Perché IL “SOLERTE” COMMISSARIO NON LO HA CHIESTO SUBITO LUI ALLA REGIONE QUANDO SI è INSEDIATO PROPONENDO ALLA STESSA REGIONE UN PIANO DI RISANAMENTO?
ORA SCRIVE ATTRAVERSO LA STAMPA COSE CHE AVREBBE DOVUTO AVER GIà FATTO?

PARLA DI SERENITA’ E STA CERCANDO DI ADDOSSARE LE RESPONSABILITA’ SUE SU GLI ALTRI,MA QUALE Serenità Può ESSERCI QUANDO I LAVORATORI NON PRENDONO LO STIPENDIO?

AFFINCHE’ UNA PERSONA SIA CREDIBILE LO DEVE DIMOSTRARE CON ATTI CERTI E FINO AD ORA NON SE NE SONO VISTI, PER CUI RICHIEDERE RISPETTO E CREDIBILITà CI DOVEVA PENSARE PRIMA.

“Quello che abbiamo fatto in queste settimane è stato informare i cittadini e gli Utenti” QUESTE PAROLE DEL COMMISSARIO SUONANO COME UNA BEFFA,PERCHè ALLA SCADENZA DEL SUO MANDATO INFORMA I CITTADINI SULLO STATO DELL’ARTE? QUESTA E’ UN OFFESA ALL’INTELLIGENZA UMANA.
IL DECISO TAGLIO AGLI INCARICHI ESTERNI? A QUALI INCARICHI? VISTO CHE HANNO DATO INCARICHI LEGALI AD ESTERNI E IL RECUPERO CREDITI DATO ALL’ESTERNO, PERCHé, VISTA LA GRAVE SITUAZIONE ECONOMICA DELL’AZIENDA NON LO HANNO FATTO FARE AI DIPENDENTI?

IL RITARDO DEGLI STIPENDI A DIFFICOLTA’ DI NATURA TECNICA E FISOLOGICA???????MA QUESTO COMMISSARIO SI RENDE CONTO DI CIO’ CHE DICE?

PARLA LUI DI SERIETA? ACCUSA GLI ALTRI DI SPOT PUBBLICITARI? MA IL SUO CHE COSA E’? PIU’ SPOT DEL SUO CREDO SIA DIFFICILE TROVARNE UGUALI, MA FORSE E’ LA PAURA VISTO CHE IL SUO MANDATO STA PER SCADERE TEME DI NON ESSERE RICONFERMATO FINCHè NON VIENE APPROVATA LA RIFORMA.

CARO ZINGARETTI TI CHIEDIAMO TUTTI NOI ASSEGNATARI E CITTADINI BASTA CON QUESTI PERSONAGGI CONSUNTI E’ ORA DI ARIA NUOVA ANCHE SE PER SOLI POCHI MESI,MA BISOGNA AVERE IL CORAGGIO DI MANDARE A CASA CHI NON E’ PIU’ IN GRADO DI STARE ALL’ALTEZZA DELLA SITUAZIONE CHE IL MOMENTO GRAVE RICHIEDE E SOPRATUTTO QUELLI CHE PENSANO SOLO E UNICAMENTE AL LORO TORNACONTO.

Martedi 9 Settembre Ater di Frosinone alla Regione?!?!?!

venerdì 5 settembre 2014

Il 9 Settembre alle h.15.00 incontro Ater Frosinone e Regione Lazio tema: Politiche del Personale.
Mi chiedo, ma la Regione fa l’incontro sulle politiche del personale?
Quando all’Ater di Frosinone c’è una gestione dell’azienda a dir poco allegra e non solo da oggi.
Mi risulta che un Commissario straordinario si dimise e fece anche una denuncia alla Procura e la Regione invece di fare un’accurata indagine sulla gestione si occupa del personale ?
Il Personale che da gennaio 2014 non ha avuto più la certezza dello stipendio, che lo hanno sempre preso con mesi di ritardo, infatti ad Agosto lo stipendio non è stato pagato, ma non solo lo stipendio da Gennaio i buoni pasto non vengono più dati, perché il gestore dei buoni pasto avanza un credito notevole dall’Ater di Frosinone.
E con tale penuria di danaro il direttore e il Commissario che fanno? A Giugno acquistano 4 Panda costo circa 60mila euro, che però rimangono in garage perché non hanno benzina, poichè i benzinai anche loro creditori con l’Ater non danno più benzina.
Si vanno a fare le bucce al personale invece di farle alla gestione?
Perché si continuano a dare all’esterno incarichi?
La società recupero crediti sembra che si trattenga dal 10 al 15% e quello che riscuote non lo versa subito nelle casse dell’Ater,ma se lo trattiene per circa 90 giorni per cui gli fruttano anche gli interessi.
Se l’incontro per la politica del personale è riferita ai mega stipendi dei 4 dirigenti che costano alla collettività 900mila euro all’anno all’ora è giusta,ma la Regione dovrebbe indagare sull’operato di tali dirigenti, che cosa hanno fatto i 4 dirigenti per risanare l’Ater di frosinone?
Hanno dato all’esterno compiti che avrebbero dovuto fare loro.
Mi auguro che la Regione Lazio vada a verificare non solo la politica del personale, ma la politica gestionale dell’Ater di Frosinone e cacciare via i responsabili di tale sfascio facendogli pagare i danni.

Che c’e’ peggio dell’ater?IL COMUNE DI ROMA ovvero IL DIPARTIMENTO POLITICHE ABITATIVE

martedì 2 settembre 2014

Pensavo che l’Ater funzionasse male,ma debbo dire che all’Ater da quando è cambiato il Direttore e il Commissario si inizia a vedere un bagliore di luce,ma ciò che oggi accade al Comune di roma esattamente al Dipartimento Politiche abitative è allucinante.

IO VORREI SAPERE PER QUALE MOTIVO AL DIPARTIMENTO POLITICHE ABITATIVE LA SIG.RA VINCIGUERRA NON RISPONDE MAI AL TELEFONO.
E ANCHE LA SEGRETERIA DEL DIRETTORE CIMINELLI NON RISPONDE MAI NESSUNO. E’ CORRETTO TUTTO CIO’? NON CREDO E MI CHIEDO,MA L’ASSESSORE AL PERSONALE NIERI CHE FA? PER QUALE MOTIVO CONSENTE CHE UN DIPARTIMENTO COSI’ DELICATO NON FUNZIONI?
MALIGNAMENTE DEVO PENSARE CHE LE VA BENE COSI’?
QUANDO ERA DIRIGENTE IL DOTT.BIANCHINI RISPONDEVANO SEMPRE AL TELEFONO, PER CUI IL DETTO CHE IL PESCE PUZZA DALLA TESTA E’ VERO.
CARO NIERI E CARO CIMINELLI LO VOLETE FAR FUNZIONARE QUESTO BENEDETTO DIPARTIMENTO?
E TU CARO SINDACO TI VUOI DARE UNA SVEGLIATA E CONTROLLARE L’OPERATO DEI TUOI DIPENDENTI O TI FIDI CIECAMENTE DEL TUO VICE SINDACO ?
PURTROPPO CON RISULTATI PESSIMI.
C’E’ UNA SIGNORA CHE HA CHIESTO DA UNA VITA UN CAMBIO CONSENSUALE E NONOSTANTE CHE DOPO PIU’ DI UN ANNO E’ STATO DATO L’OK CCON TANTO DI PROTOCOLLO IL 1 AGOSTO, LA SIG.RA STA ANCORA ASPETTANDO E AL TELEFONO NON RISPONDE NESSUNO.
MI SONO ACCERTATA PERSONALMENTE HO TELEFONATO A TUTTI I NUMERI DELLA SEGRETERIA E DELLA VINCIGUERRA,MA SENZA RISPOSTA ALCUNA .
QUESTO E’ IL COMUNE DI ROMA E VORREI DIRE AL MIO CARO AMICO OZZIMO I DIPENDENTI DEL TUO ASSESSORATO DEL DIPARTIMENTO DI CIMINELLI TI STANNO SABOTANDO PERCHè POI LA FIGURA è TUA.

Alloggi Popolari al Setaccio a Frosinone

lunedì 1 settembre 2014

Il presidente dell’Ater: un’attività che sarà concertata con le amministrazioni comunali e le forze dell’ordine
Alloggi popolari al setaccio
Antonio Ciotoli: «Presto una nuova operazione di controlli a tappeto

Gli alloggi popolari della Ciociaria verranno a breve passati al setaccio per controllare che non ci sia niente di abusivo.

A farlo sapere è stato proprio il presidente Antonio Ciotoli, che ha spiegato: «L’Ater ha il fondamentale compito di sostenere e affiancare le fasce più svantaggiate della popolazione. Un dovere che sentiamo più forte anche alla luce della crisi che ha investito l’intero tessuto economico e sociale del territorio.
Per continuare a svolgere questa funzione, tuttavia, è impossibile prescindere dal rispetto della legalità e dal principio che tutti gli utenti, per il loro stesso bene, rispettino anch’essi i loro impegni.
Ecco perché la grande e capillare azione di recupero della morosità che stiamo portando avanti in questi giorni, che proseguiremo con decisione, non rimarrà isolata. Stiamo predisponendo, infatti, un nuovo e vasto intervento: una verifica a carico degli alloggi Ater su tutti i Comuni della Provincia di Frosinone, al fine di accertare con accuratezza ogni singola posizione in relazione agli obblighi dell’utente nei confronti dell’Azienda.
Non solo: allo stesso tempo, proporremo la partecipazione a questa attività, che verrà condotta da funzionari dell’Ater, anche alle società di gestione dei vari servizi quali acqua, gas ed elettricità.
Tutto ciò, affinché si possa rilevare la presenza di potenziali anomalie di qualsiasi genere, manomissioni non autorizzate degli impianti o collegamenti abusivi.
Va specificato che simili eventualità, oltre ad arrecare un sensibile danno economico per l’Ater, rappresentano un gravissimo rischio per la salute e l’incolumità degli utenti stessi, per cui dovranno essere identificate e sanzionate nel più breve tempo possibile.
Naturalmente, questa vasta attività di controllo, per poter generare risultati apprezzabili, dovrà essere opportunatamente concertata con le forze dell’ordine.
In tal modo l’Ater di Frosinone potrà essere messa nelle condizioni di continuare ad operare per il meglio e nell’interesse di migliaia di famiglie regolarmente assegnatarie di alloggi e in particolare per le numerosissime famiglie inserite nelle liste di attesa dell’edilizia residenziale pubblica.

*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^

MA CI FA O C’è?
INCREDIBILE, MA VERO IL COMMISARIO DELL’ATER DI FROSINONE SCOPRE L’ACQUA CALDA E DOPO UN ANNO SI ACCORGE CHE AVREBBE DOVUTO CACCIARE GLI OCCUPANTI ABUSIVI Perché C’è CHI ASPETTA UN ALLOGGIO DA TEMPO ED è IN GRADUATORIA.
questa A MIO AVVISO è UN’OFFESA ALL’INTELLIGENZA UMANA, MA IN TUTTO QUESTO TEMPO CHE HA FATTO?
HA DIMENTICAVO SI SONO AUMENTATI GLI STIPENDI.
MA QUANDO SI è INSEDIATO IL FAMOSO DIRETTORE TEDESCO CHE STAVA GIà LI DA MOLTO TEMPO, NON GLI HA FATTO UN PROSPETTO DELLA SITUAZIONE?
MA FORSE è UN EFFETTO DELL’ETà ? CHISSA!