CONDOMINI ATTENZIONE!

L’ater di Roma, ovvero la gestione Petrucci ha ritenuto opportuno, prima di andare via e guarda caso dopo che i proprietari di via Appia 359 si sono incazzati perchè l’ater non voleva concorrere alle spese, fare un albo di amministratori in modo tale che quando si vuole costituire un condominio o rinnovare quello che già c’è come di regola avviene ogni anno, all’assemblea si presenta l’amministratore dell’Ater di Roma.

Questa iniziativa ci è apparsa sospetta è infatti i dubbi rimangono, come mai tanto interesse per la conduzione dei condomini da parte dell’ater?

Una l’abbiamo già trovata evitare i decreti ingiuntivi da parte dell’amministratore nei confronti dell’ater per gli assegnatari che non pagano il condominio e per le quote che l’ater deve versare come quotq parte di proprietario per le spese sia ordinarie che straordinarie.

Basta vedere il vademecum (sul sito dell’ater a condomini) che l’ater ha stabilito per un proficuo rapporto tra amministratori e ater e si capirà perchè hanno fatto questo bando e hanno preso solo 14 amministratori.

Per cui ATTENZIONE l’amministratore proposto dall’Ater di Roma NON CONVIENE ELEGGERLO.

32 Commenti a “CONDOMINI ATTENZIONE!”

  1. Alessandro scrive:

    Ma è possibile che tutto quello che fanno abbia un vantaggio solo per loro???!!!! Prima la carta dei servizi ritirata e adesso anche gli amministratori fasulli!!
    Non ce la faccio più con questi!!!

    Annamaria Addante risponde

    mi scuso per il ritardo alla risposta,ma va precisato che loro fanno i loro interessi,perchè amministratori indicati da loro rispondono a loro per cui non gli faranno mai i decreti ingiuntivi.

  2. antonella scrive:

    Gentile Annamaria, volevo avere delle delle delucidazioni sulla questione amministratori ATER. Stiamo per propporre un nuovo amministratore condominiale vista la cattiva amministrazione di quello attuale (ovviamente protato dall’ater) … ebbene il rappresentante dell’ATER sostiene che loro hanno un regolamento interno per cui possono nominare solo quelli inseriti nel loro elenco. A mio avviso questa cosa non sta nè in cielo ne in terra perchè significherebbe violare il diritto dei condomini di proporre dei nominativi. Abbiamo fatto presente che senza le nostre “teste” anche i loro “millesimi” non contano nulla e visto che ci sono tutti presupposti per mandare il condominio in amministrazione controllata procederemo verso questa direzione; ci siamo sentiti rispondere che se non nominiamo l’amministratore che propongono loro dovremo per forza far nonminare un amministratore giudiziario perchè non esiste alternativa. Ovviamente siamo pronti alla guerra . Mi può delucidare in merito alla questione esposta? Grazie

    Annamaria Addante risponde

    E’ semplicemente un abuso non ci cascate, voi portate il vostro amministratore e votate,
    Non fatevi fregare,perchè l’amministrazione controllata vi costa di più.
    Mi fate sapere cortesemente il nome di questo amministratore o di chi vi ha detto queste cose?
    Vi ringrazio,perchè questo è l’ultima prepotenza fatta da Petrucci e da chi aveva la dirigenza dell’area gestionale.
    Non fatevi fregare.Attendo vostre notizie

  3. antonella scrive:

    La ringrazio per avermi risposto così celermente, tali innformazioni sono state date telefonicamente in data 25 /10/2010 dal delegato ATER che si occupa del mio condominio (complesso edilizio di via Maiella 15 Roma). Ha perfino invitato la condomina ad andare a consultare il sito dell’ATER per verificare quanto da lui esposto.
    Ribadisco che ha affermato che non possono eleggere amministratori al di fuori di quelli iscritti al loro albo,purtroppo nel nostro condominio l’ATER detiene la maggioranza dei millesimi e se queste sono le condizioni siamo noi i primi a volere l’amministrazione controllata anche perchè il palazzo versa in pessime condizioni.

    Annamaria Addante risponde

    NO L’ATER NON PUO’ FARLO, se i proprietari sono tutti d’accordo a nominare un’altro amministratore quello dell’Ater non viene eletto. Se volete vi posso dare il telefono dell’amministratore del mio condominio che vi spiegherà tutto 3396649207 Del Monte ed è anche una persona seria e onesta.
    Vi chiedo di farmi sapere il nome di questo amministratore dell’Ater, perchè sta commettendo un abuso.

  4. Marco Mastrosanti scrive:

    Buongiorno. Le scrivo in nome di diversi proprietari di appartamenti all’interno di un “condominio” dell’ATER.
    La situazione è la seguente: di tutti gli appartamenti dell’edificio, suddiviso in diverse scale, solo una parte sono stati acquistati (non so in quale percentuale); in qualità di proprietari però pensiamo di avere il diritto di partecipare alla gestione del condominio, di poter convocare un’assemblea, di approvare il bilancio, di sapere quali sono le voci di spesa per cui paghiamo (abbiamo una rata condominiale elevatissima ed abbiamo richiesto delucidazioni all’ATER , ma non avendo ricevuto nessuna risposta abbiamo sospeso il pagamento delle rate, il tutto tramite avviso A.R.). L’ATER non convoca nessuna assemblea, non ci mostra i bilanci, ci ignora completamente.
    Cosa possiamo fare? Possiamo costituirci come condominio privato? I proprietari debbono essere la maggioranza rispetto alle proprietà dell’ATER? Quali diritti/doveri abbiamo ?
    Vogliamo metterci in regola con i pagamenti, ma anche sapere come vengono utilizzati i nostri soldi.
    Grazie.

    Annmaria Addante risponde

    I proprietari hanno diritto di costituire il condominio,non devono essere la maggioranza,ma è sufficiente un terzo (4 proprietari)
    Voi dovete cercare un buon amministratore il quale convoca l’assemblea invitando anche l’Ater.Attenzione l’Ater manderà un suo amministratore non cadete nell’inganno votate il vostro,perchè l’Ater ha fatto un elenco di circa 12 amministratori ,il consiglio che vi do è di non fidarvi di questi dell’Ater.
    Capisco che pagate parecchio senza avere nessun servizio,vi consiglio di fare un esposto alla magistratura,perchè è un vero e proprio abuso,che purtroppo voi avete accettato quando avete comprato.Nel rogito c’è scritto che finchè non verrà costituito il condominio sarà l’ater a gestire il tutto.
    Comunque tale accettazione non vi impedisce di chiedere le carte e le pezze di appoggio di come sono stati spesi i vostri soldi,per questo vi consiglio di fare un esposto alla magistratura.
    Sbrigatevi a costituire il condominio,perchè finchè non lo costituite siete obbligati a pagare all’ater,inoltre con il condominio ci guadagnano anche gli assegnatari perchè oagheranno di meno anche loro.

  5. Marco Mastrosanti scrive:

    La ringrazio per la tempestiva risposta, cercheremo di organizzarci e di fare in fretta. Ne approfitto per chiederle un chiarimento sul numero minimo dei proprietari: ci sono complessivamente 98 appartamenti suddivisi in 7 scale (14 appartamenti ciascuna), i proprietari devono essere 4 su 98 oppure un terzo di 98 ?
    Grazie ancora

    Annamaria Addante risponde

    Il condominio si fa per tetto ovvero tutte le scale che stanno sotto lo stesso tetto, ore se le scale stanno tutte sotto lo stesso tetto il condominio può essere unico e serve un terzo,ma se volete fare ogni scala un condominio bastano 4.

  6. Sabina scrive:

    Siamo un condominio Ater di 12 appartamenti (11 sono assegnati e 1 da assegnare a giorni). L’amministratore e diversi condomini hanno deliberato in assemblea l’assegnazione di posti auto coperti e scoperti.Hanno trasformato il portico uso comune per creare 11 parcheggi coperti con strisce e numeri relativi agli interni ma gli appartamenti sono 12 manca 1 posto auto coperto. All’esterno hanno assegnato altri 2 posti auto ad appartamento e 3 al quello mancante coperto.I visitarori (parenti amici) adesso non possono parcheggiare per mancanza di posti (tutti occupati da strisce e numeri e ci sono liti continue tra i condomini può un amministratore trasformare un uso comune in parcheggio? Può assegnare i posti auto all’aperto non lasciando spazio ai visitatori?
    Grazie attendo risposta

    Annamaria Addante risponde

    Caro condomino, l’amministratore non decide da solo,ma attraverso le assemblee condominiali e la maggioranza vince.
    Le consiglio di essere sempre presente alle assemblee.

  7. stefania scrive:

    Gent.Sig Addante,
    ho comprato una casa Ater da un anno e anch’io mi trovo a dover combattere con il condominio misto di assegnatari e proprietari.I nostri posti macchina sono senza cancello da un anno.il nostro amministratore in combutta con l’Ater vuole rifarlo nuovo,mentre la riparazione costava molto meno.l’Ater presente alla riunione si rifiuta di pagare la riparazione e ci mette in minoranza obbligandoci a pagare cifre molto più alte.secondo me è il solito abuso.Ci si può rifiutare di pagare questo lavoro,essendo in minoranza all’assemblea?
    grazie attendo una sua risposta

    Annamaria Addante risponde

    No nelle assemblee valgono le proposte che passano in maggioranza.

  8. bettin giuliano scrive:

    Cortesemente espongo il mio problema.
    Mia madre nel 2004 a acquistato un appartamento dell’ater.
    Vorrei sapere per favore se in caso di decesso, si può vendere questo,
    appartamento prima della scadenza dei 10 anni.
    GRAZIE BETTIN GIULIANO

    Annamaria Addante risponde

    La sua domanda non è molto bella,ma le rispondo di si.

  9. catia scrive:

    buonasera sig addante sono l unica condomina di una scala di un palazzo
    ater e ovviamente il resto degli appartamenti sono inquilini. la mia situazione è questa è che mi trovo a dover pagare una quota condominiale con la voce
    quota di manutenzione straordinaria che non viene effettuata nonostante i
    numerosi solleciti. poi ho contattato un certo sig gaudini dell ater che mi ha riferito che questa voce è legata ad un dpr 1072/73.Ora mi dica lei se è giusto
    pagare una manutenzione che non viene effettuata

    Annamaria Addante risponde

    Ma nel palazzo quanti siete i proprietari? Perchè ne bastano un terzo per costituire un condominio.
    Ma in mancanza di un vostro condominio , l’amministratore è l’Ater che è obbligato a fare i lavori, potete denunciarlo.

  10. catia scrive:

    ho chiamato il call center e mi ha detto che l ater non ha disponibilità finanziaria per effettuare i lavori. le stesse cose che mi diceva quando ero
    inquilina. io sono l unica proprietaria nello stabile e se denuncio mi ci vorrà
    un legale. la mia scala è nel completo degrado

    Annamaria Addante risponde

    Infatti l’Ater si fa forte perchè sa bene che i suoi inquilini e proprietari non hanno nessuna voglia di fargli causa e allora non so cosa dirvi,chinate la testa e subite, se no andate dall’avvocato e citateli per danni in quanto voi proprietari pagate anche per la manutenzione straodinaria.

  11. Daniele scrive:

    Buongiorno Sig.ra Addante,
    mia suocera il mese scorso ha acquistato un immobile in dismissione presso cui abitava ed era titolare di regolare contratto di affitto; visto che il mutuo a cui è dovuta ricorrere per il pagamento lo pago, sostanzialmente io, posso farmi vendere la proprietà dell’immobile, magari anche la sola nuda proprietà, mantenendo per Lei l’usufrutto, seppur i termini per la prima vendita dopo l’atto di dismissione sono 5 o 10 anni?
    In caso come posso essere tutelato se un domani i rapporti si incrinassero?
    La ringrazio.

    Annamaria Addante risponde

    Veramente queste cose si definiscono prima e non dopo,comunque le consiglio di andare da un avvocato e vedere la possibilità di fare un atto che la cauteli.se vuole le posso suggerire l’avv.to Galeani via XX Settembre n.4 tel.06/4817341 (chiamare di pomeriggio)

  12. Loredana scrive:

    Salve Sig.ra Addante,
    so che forse non è il caso di porle questa domanda ma sono disperata, sono orfana ho 24 anni , invalida civile, disoccupata, l’ATER vuole sfrattarmi perche non ho la possibilita di pagare le mie spese condominiali(sebbene l’affito lo abbia sempre pagato puntualmente ) , inoltre mi hanno staccato piu volte la corrente e il gas nel mio appartamento proprio perche non posso pagare nemmeno le mie di bollette, quindi finirei in mezzo a una strada perche non ho nessuno … e premetto che nel mio condominio hanno tutti lavori , doppi lavori , macchinoni, e anche seconde case .. io sono l’unica a versare in gravi condizioni economico/sociali addirittuara al piano terra un appartamento è stato adibito a CANILE ho mandato lettere ovunque ma nessuno si degna di farlo chiudere … ma a me pero mi vogliono sfrattare perche non posso pagare le loro spese folli tipo : l’ascensore in un palazzo di 3 piani senza che ci siamo ansiani o persone con problemi fisici invalidanti , e il pagamento dell’amministratore, della donna delle pulizie, e le continue spese di manutenzione per tutti i danni causati dal canile … possono davvero mettermi in mezzo a una strada se non posso pagare il condominio ????

    Annamaria Addante risponde

    Il condominio va pagato,anche perchè l’amministratore se lei non paga lo chiede all’Ater e gli fa gli atti d’ingiunzione.
    Lei del condominio all’amministratore deve pagare solo le spese che riguardano la pulizia,l’acqua comune,la luce delle scale e il riscaldamento se è centralizzato,tutte le spese straordinarie le deve pagare direttamente l’Ater(ascensore,manutenzione del palazzo,stipendio dell’amministratore e assicurazione del palazzo)
    In merito alla situazione del canile se lei mi fornisce i dati precisi la via a chi è intestato l’alloggio la scala e l’interno me ne posso occupare.
    Per quanto riguarda la sua situazione le consiglio di rivolgersi al suo municipio alle assistenti sociali per avere un aiuto economico.
    mi può inviare i dati alla mia e-mail am.addante@tin.it

  13. claudia scrive:

    Slave,
    volevo porvi una domanda riguardo il trasferimento da una casa popolare all’altra , se una persona per molteplici ragioni tra cui problemi di salute è costretta a trasferirsi in un altra regione puo restituire il proprio alloggio popolare e averne un’altro in un altra citta o in un altra regione?

    Annamaria Addante risponde

    Purtroppo non siamo in un paese normale,mi dispiace,ma non è possibile effettuare tale trasferimento di alloggio.

  14. Monica scrive:

    salve! cortesemente!ho acquistato un alloggio atc da due anni!l’amministratore che a mie richieste risponde con straffotenza,offende e umilia le persone e poi ti butta uno contro l’altro ,nn so come ci riesce,certo che anche chi la sostiene nn è molto corretto fa solo quello che vuole nn fa vedere i conti se li chiedi ,ti inventa sempre scuse su qualsiasi argomento,infatti molti condomini ormai nn vengono più in assemblea perchè dopo averla combattuta hanno mollato!poi nel frattempo:da un condomino affittuario atc;mi ha sorpreso alle spalle minacciandomi insultandomi,dicendomi che nn mi devo interessare delle cose condominiali,la volta dopo sempre lo stesso mi ha di nuovo..ecc:sono andata all’ospedale perchè mi sono sentita male parecchi condomini si sono guardati il tutto dal balcone in silenzio..fatto denuncia! poi un altro condomino mi ha di nuovo offeso e minacciando di telefonare all’amministratrice..ma nn so per cosa è questo il punto?che cosa posso fare? nn riesco dormire alla notte! grazie

    Annamaria Addante risponde

    deve andare dai carabinieri e sporgere denuncia

  15. Monica scrive:

    salve!sono di nuovo qui!quello che ho raccontato è una parte ovviamente!anche mia madre allindomani del fatto è stata minacciata di morte dicendo che ci fa fuori tutti e nn devo io entrare in cortile!questo è successo ai primi di marzo!tutto ciò è avvenuto dopo una assemblea per l’autoclava da cambiare:dove anche in quel caso volendo fare un preventivo anch’io mi ha preso per il naso furbamente è ha fatto tutto di fretta con l’inganno così è stato accettato il suo!Messa autoclava nuova Non funziona!!Che fare?da li è iniziato il peggio!!devo stare zitta e pagare!?nn so come difendermi da questi sopprusi,e minacce,e magari riscirà a farla franca!!mi scuso ma veramente mi sto cervellando! grazie della C.A.

    Annamaria Addante risponde
    come le ho già detto va denunciato e cambiate amministratore,per farlo se gli altri condomini non lo sopportano trovate un altro amministratore e vi dirà lui come fare.

  16. antonio scrive:

    salve,con la crisi e la mancanza dl lavoro sono costretto ad migrare all estero come posso tutelarmi per mantenere alloggio di cui sono assegnatario dovendo allontanarmi?inoltre esiste una legge che blocca uno sfratto per morosità condominilae in caso sia presente un minore in casa?

    Annamaria Addante risponde

    Non mi risulta che ci sia una legge che blocchi gli sfratti,sarà il giudice in presenza dui un minore a decidere,ma se il minore è solo è pericoloso perchè il giudice potrebbe affidarlo ai servizi sociali.
    Se lei va all’estero per un periodo per lavoro lo deve comunicare all’Ater e chiudere bene la porta.

  17. franco scrive:

    Buona sera signora Addante; sono un proprietario di un appartamento dell’ater aquistato nel 2007. rimasto solo dopo la morte dei miei genitori
    non molto tempo fà, mi è venuta l’idea di poter avviare l’attivita di B&B visto che il mio appartamento si presta a tutte le caratteristiche per diventarlo, e visto che questo tipo di attività avendo l’obbligo di stare ferma almeno 2 mesi l’anno
    non è considerata attività commerciale. secondo lei posso fare questo tipo di attività nel mio appartamento? grazie sin d’ora. Franco

    Annamaria Addante risponde

    se nel suo rogito non è vietato si.

  18. franco scrive:

    Salve signora Addante AnnaMaria; sono un proprietario di quattro totali di una scala di 16 appartamenti dell’ater quindi non raggiungiamo 1/3, nonostante tutto nella nostra scala i riscaldamenti sono centralizzati a colonna cioè in ogni vano dove ci sia un radiatore è collegato con il piano di sopra e cosi via dal primo all’ottavo piano ( 2 appartamenti per piano). La mia grande domanda è la seguente io come proprietario posso distaccarmi dal riscaldamento centralizzato dell’ater e non pagare cosi quella quota riscaldamenti cosi onerosa, e istallarmi un mio riscaldamento autonomo? ringrazio sin d’ora.

    Annamaria Addante risponde
    lei può chiedere l’autorizzazione all’Ater per chiudere l’impianto per il suo alloggio e lei si può mettere lo riscaldamento autonomo .se mi chiama di mattina presto le do il numero a chi telefonare.

  19. franco scrive:

    Come posso Fare? la ringrazio tanto. Franco

  20. Massimo scrive:

    Buon Anno, sono l’unico inquilino ater di una scala di 10 appartamenti, (gli altri nove hanno tutti potuto acquistare già da 4 anni). Appena costiuto il primo condominio, l’amministratore mi inviava regolarmente la mia quota parte, (circa la metà rispetto agli altri). Da poco più di un anno la maggioranza ha cambiato amministratore che ha iniziato a inviare anche a me l’intera rata condominiale (così come ad un proprietario). Più volte gli ho detto che se non mi inviava i conteggi regolari non avrei pagato affatto. Per un periodo ha iniziato a lasciare nella mia cassetta postale dei solleciti indirizzati all’ater presso di me, (come se l’ater fosse domiciliato a casa mia). Qualche giorno fa ho ricevuto raccomandata (esclusivamente a me diretta) da un avvocato che mi richiedeva per nome e conto dell’amministratore il pagamento di tutti gli arretrati (ripeto, sempre per intero e non suddivisi tra me e l’ater) minacciandomi l’ingiunzione. Non dovrebbe, al limite, intimare l’ater? debbo rispondergli o aspetto che faccia un buco nell’acqua, atteso chiaramente che appena mi verrà richiesto il giusto io lo pagherò, o l’ater su rivalsa o direttamente l’amministratore come faceva infatti il suo predecessore? Che faccio, che gli rispondo ed eventualmente a quale normativa potrò fare riferimento?
    Grazie. Massimo 63.

    Annamaria Addante risponde

    Il precedente amministratore era più serio perchè le faceva pagare il giusto,questo è più paravento perchè invece di andare a farsi dare i soldi dall’Ater li chiede tutti a lei e poi magari se li farà dare anche dall’Ater, questi sono i soliti furbetti amministratore.

    Lei deve rispondere immediatamente a quella lettera facendo presente che lei è disponibile a pagare quanto dovuto,come fatto già presente all’amministratore e non le quote che deve pagare l’Ater,pertanto chieda il dettaglio dei pagmenti da fare,diffidandoli da agire nei suoi confronti senza aver prima precisato quanto deve e per quale voci.
    Lo faccia subito. Mi fa sapere come si chiama l’amministratore?

  21. Paola Ercolani scrive:

    Buongiorno, sono una inquilina ater prov di. Roma. (Albano Laziale ) subentrata dopo il decesso dei miei genitori ormai deceduti. La casa e stata assegnata nel 1972 ma le quote per il riscatto partirono dal 1977 e terminate di pagare nel 2007. Le palazzine sono 7 di cui 3 diciamo di proprietà e in una di queste abito io, il problema e che nonostante abbia nominato un notaio, ormai da 5 anni, non riesco a fare questo passaggio. Ho chiamato tutti gli uffici ater di Roma chiedendo chiarimenti che a tutt’oggi non ho ottenuto. Mi può aiutare a capire se c’è altro da fare? E per quando riguarda la questione condominio cosa mi consiglia di fare? A tutt’oggi nonostante arrivino spese da corrispondere nessuno di noi ha pagato perché non ci sono le ripartizioni con i millesimali e noi siamo indipendenti sia per l’acqua che per la luce delle scale, non c’è manutenzione parti comuni. Scusi se le ho posto tante domande mi aiuti…grazie

    Annamaria Addante risponde

    le consiglio di parlare con il sig.Serafini allo 06 398632897 a nome mio è una persona splendita e competente.
    Per il condominio dovete immediatamente cominare un amministratore e costituire il condominio.
    Se le bollette non le avete pagate ne potrete chiedere la prescrizione se non vi hanno mai solecitato il pagamento.Ma ne possiamo riparlare dopo le elezioni,mi telefoni 3394581140.
    E se non vi dispiace vi chiedo anche di sostenermi.

  22. Aniello scrive:

    Nasce il portale Condominio Assicurato che aiuta i condomini e l’amministratore nella gestione del rischio
    cosa ne pensate?

    http://www.condominioassicurato.it

    Annamaria Addante risponde

    Non ho avuto il tempo di visionarlo,vi farò sapere appena lìavrò visto.

    Gli ho dato un’occhiata è una società che fa da mediatore per assicurazioni e altro che riguarda gli amministratori,credo che serva solo per far aumentare i costi.

  23. gianfranco scrive:

    Buon giorno Annamaria Addante sono un inquilino ater vorrei farle una domanda abbiamo un problema con dei inquilini noi delle famiglie abbiamo dei bambini e li facciamo giocare di sotto non davanti al portone ma ai lati che c’e un po di spazio perche seno dovrebbero giocare sotto al sole ma ci sono degli inquilini che dicono che non possono giocare e vero che non possono giocare anche se non abbiamo un amministratore le premetto senza che fanno danni la ringrazio

  24. addante scrive:

    i bambini possono giocare senza fare dalli a ore stabilite, non possono giocare prima delle 16.00 perché qualcuno potrebbe dormire

  25. gianni mess scrive:

    Presso l’attenzione di :
    AnnaMaria Addante
    Presidente dell’associazione Inquilini e Proprietari Iacp-Ater

    Salve,

    viviamo in uno stabile di proprieta’ ATER nel quale la maggioranza di inquilini ha acuistato ultimamaente l’immobile.
    i nuovi proprietari hanno intenzione (o sono obbligati dalla legge??) di costituire un nuovo condominio, mai esistito in precedenza.
    Come saranno ripartite le spese e le responsabilita’ fra i nuovi proprietari e coloro che invece rimangono in affitto ATER?
    Quali sono i cambiamenti nelle responsabilita’ di ATER condomini e nuovi proprietari??

    Grazie.
    Cordiai Saluti.

  26. addante scrive:

    Conviene a tutti mettere l’amministratore, l’importante è che sia persona fidata e conosciuta.pagheranno tutti di meno e avranno servizi reali gli assegnatari devono pagare solo le spese ordinarie

  27. Laura scrive:

    Gentile Signora Addante, sono proprietaria di un appartamento ex IACP dal 1997 e ho sempre pagato il condominio prima allo IACP ora all’ATER. Condominio oneroso direi, visto che i riscaldamenti sono autonomi, le pulizie delle scale li effettuano i condomini, i giardini vengono potati e tenuti bene sempre dai condomini, anche i piccoli lavoretti di cambio lampadine e quanto altro vengono tutti effettuati da noi. Inoltre, lo stato esterno dei palazzi sono fatiscenti sin dal 1997. Nel mio palazzo ci sono sia proprietari che affittuari (ancora?!) quindi “l’amministrazione” la gestisce l’ATER. Sono obbligata a pagare questi maledetti 63,00 euro di condominio a mio avviso inutili e che servono forse solo a “ingrassare” i loro portafogli? La ringrazio sinceramente

  28. Laura scrive:

    Nel mio stabile la maggioranza sono inquilini (che tra l’altro hanno confidato che non conviene loro riscattare la casa in cui vivono) quindi pochi proprietari per poter nominare un amministratore. E ho scoperto da un inquilino che lui paga mensilmente 65, 00 euro tra affitto e spese condominiali!!!! e io proprietaria perché devo pagare 63 euro solo di spese condominiali?? E’ un ingiustizia bella e buona! Come fare per comunicare con voi? Avete un ufficio o un numero di telefono? Grazie Laura

  29. addante scrive:

    gli dica agli inquilini che non acquistano perché non pagano nulla che la pacchia sta per finire gli conviene acquistare.
    quanti siete i proprietari? non conta la maggioranza ma quanti siete di numero totale e quanti proprietari

  30. addante scrive:

    ma se voi non vi muovete e accettate tutto.quanti proprietari e quanti affittuari mi dia i numei

  31. Laura scrive:

    Salve, i numeri non li so perché c’è parecchia omertà, ma farò una indagine approfondita. Ma devo per forza pagare l’Ater con quella cifra astronomica pur avendo in cambio solo un po’ di luce delle scale? Tra le altre voci (acqua e energia elettrica parti comuni) c’è una non ben chiara Quota manutenzione straordinaria e una Quota spese generali… ma di quali spese si parla? Le ribadisco che l’aspetto delle palazzine sono fatiscenti, per non parlare dei viottoli interni pieni di buche, e l’unica manutenzione straordinaria che fanno è una volta l’anno venire a tagliare i rami degli alberi che possono entrare nelle finestre e l’erba molto molto alta. I piccoli giardini vengono tenuti da qualche condomino e scale e pianerottoli vengono puliti sempre da noi. Io, come proprietaria, cosa posso fare? Posso rifiutarmi di pagare un condominio così oneroso? Mia sorella che vive in un condominio normale (non Ater) con sbarra all’entrata. posto macchina e ditta di pulizia 2 volte a settimana paga euro 35 al mese quasi la metà del mio… Posso andare alla sede Ater e fare qualcosa? La ringrazio

  32. addante scrive:

    se ti leggi bene il rogito capirai che o mettete un vostro amministratore o pagate quello che vi chiedono

Scrivi un commento

La testata giornalistica Abitarearoma (ed il sito www.abitarearoma.net) non sono responsabili
del contenuto di questo blog in quanto gestito in autonomia dalla signora AnnaMaria Addante